facebook twitter rss

Fenni e il post-Micam: “Distretto vivo e attrattivo, tra Fendi ed Eni, il ritorno degli ordini”

CONFINDUSTRIA - "Le battaglie sul tavolo restano: su tutte quella del costo del lavoro. Il ministro Giorgetti ha aperto alla possibilità, dando anche attenzione politica alla questione della carenza infrastrutturale: dovremo ora essere bravi a parlare con una voce sola e forte per non far cadere le aperture nel vuoto"
Print Friendly, PDF & Email

“Non è mai semplice analizzare il post Micam. Per chi vive di calzature, che parte per Milano carico di speranza e torna con le sue valigie piene di campionari e di giudizi sul lavoro fatto, a parlare sono solo gli ordini. Quello che è certo è che la frase più ripetuta da ogni collega è stata ‘meglio delle aspettative’. Gli imprenditori del distretto fermano – maceratese sono figure pragmatiche. Dopo il lunghissimo periodo pandemico, non ancora superato ma almeno sotto controllo, capire la reazione del mercato è complicato”. Così Valentino Fenni, presidente sezione calzature Confindustria Centro Adriatico, tira le somme di questa edizione della fiera internazionale della calzatura di Milano e non solo.

“La tecnologia, come ha spiegato al meglio il rettore della Politecnica Gian Luca Gregori dal palco della Fashion Square di fronte al ministro Giorgetti e ai vertici dell’economia e politica delle Marche, probabilmente sarà il futuro. In particolare quella predittiva, che potrà aiutare le aziende, se ben indirizzata, a pianificare al meglio campagne e linee, riducendo così costi attualmente molto elevati – spiega Fenni –  La realtà al momento però è ancora nelle mani e nelle menti dei singoli imprenditori. Che sono bravi, spesso dimentichiamo di ricordarlo. Poi arriva qualcuno da fuori e tutti se ne accorgono. Penso a due buone notizie nel giro di pochi giorni. La prima è la scelta di Fendi, griffe del gruppo Lvmh, di investire nel Fermano, ampliando un’azienda e programmando un piano di assunzioni importante. Dialogheremo con il Ceo di Fendi, obiettivo potrebbe anche essere quella di creare una filiera, di cui tanto parliamo, facendo lavorare direttamente piccole realtà produttive, che hanno già know how e strutture, sotto il suo brand. La seconda è l’ingresso di ENI, tramite la società Versalis, nel 100% del capitale di Finproject, l’azienda guidata dal nostro associato Maurizio Vecchiola. Questo significa che le Marche, e il nostro distretto, ora sono inserite nell’azienda di riferimento nazionale nel mondo. Posti di lavoro garantiti e soprattutto possibilità di ricerca e sviluppo senza pari, che porterà benefici al sistema imprenditoriale, Finproject è uno dei massimi produttori di suole ultraleggere mondiali, e un obiettivo di lavoro per giovani che troppo spesso pensano di dover per forza arrivare a Milano per sentirsi parte del mondo”.

Fenni aggiunge: “In mezzo a tutto questo c’è stato il Micam. Tre giorni intensi, un nuovo format che piace e che insieme ad Assocalzaturifici miglioreremo. I buyer si sono mostrati interessati, hanno ordinato e questo non era scontato. E parliamo di collezioni primavera-estate, tradizionalmente meno impattanti sui fatturati rispetto a quelle che presenteremo a febbraio.
‘Oltre le aspettative’ è la frase chiave. Se vogliamo affrontare al meglio l’oggi e il domani, dobbiamo anche smettere di fare paragoni impropri. Il 2021 è una specie di anno zero, perché il 2020 non è esistito. Quindi ogni segno più va letto per quello che è, ovvero qualcosa di positivo. Le battaglie sul tavolo restano: su tutte quella del costo del lavoro. Il ministro Giorgetti ha aperto alla possibilità, dando anche attenzione politica alla questione della carenza infrastrutturale: dovremo ora essere bravi a parlare con una voce sola e forte per non far cadere le aperture nel vuoto.
Noi, Come Confindustria Ascoli e Fermo, ci saremo e lavoreremo per garantire supporti e strategie mirate perché non va mai dimenticato che la stragrande maggioranza delle imprese che espongono nelle fiere sono legate al sistema confindustriale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti