facebook twitter rss

Famiglie con figli universitari fuori sede, c’è il bando per avere la riduzione sulla Tari

PORTO SANT'ELPIDIO - La misura della riduzione Tari, è stabilita in 25 euro per ogni figlio studente universitario facente parte del nucleo familiare. La domanda deve essere presentata presso l’Ufficio Protocollo del Comune entro il 31 dicembre
Print Friendly, PDF & Email

Nazareno Franchellucci e Marco Traini

Il Comune di Porto Sant’Elpidio, il 27 settembre scorso, ha pubblicato l’avviso per l’ottenimento di una riduzione Tari per famiglie con componenti familiari che siano studenti frequentanti corsi universitari fuori sede. Il bando è aperto a tutti i residenti nel Comune di Porto Sant’Elpidio e può essere consultato sul sito www.elpinet.it

La misura della riduzione Tari, è stabilita in 25 euro per ogni figlio studente universitario facente parte del nucleo familiare. La domanda deve essere presentata presso l’Ufficio Protocollo del Comune entro il 31 dicembre.

“L’attuale momento economico – il commento dell’assessore al Bilancio, Marco Traini – rende sempre più difficile far quadrare i conti delle famiglie”. A causa della pandemia, per molte famiglie è assai difficile sostenere economicamente i propri figli che frequentano corsi universitari fuori sede. Per questo il Comune di Porto Sant’Elpidio attraverso questa agevolazione cerca di dare un piccolo contributo, dimostrando ancora una volta un sentimento di vicinanza verso i propri cittadini”.

“Le famiglie di questi studenti sostengono già molte spese per mantenere i propri figli all’università pertanto- spiega il sindaco Nazareno Franchellucci – appunto per questo, abbiamo deciso di applicare tale agevolazione che crediamo possa rappresentare un valido aiuto per loro.
Nell’ottica di essere vicini alle famiglie si è cercato di porre in essere una politica tariffaria più equa focalizzata sul contenimento del carico fiscale in capo ai contribuenti.
Visto che la Tari è una tassa calcolata in base al numero degli occupanti e alla superficie dell’immobile ,ci è sembrato giusto che chi avesse un figlio che studia e vive fuori sede dovesse ricevere uno sconto visto che quella persona fisicamente non vive nell’abitazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti