facebook twitter rss

Il Fermano e la Chiesa in lutto: è morto l’Arcivescovo emerito Luigi Conti

FERMO - Il 13 aprile 2006 era stato eletto Arcivescovo Metropolita di Fermo. Aveva fatto il suo ingresso in Diocesi il 4 giugno 2006. Il 29 giugno 2006 aveva ricevuto, dalle mani di Benedetto XVI il pallio. Dal 14 settembre 2017, a seguito dell'elezione ad arcivescovo di Fermo di monsignor Rocco Pennacchio, aveva assunto l'incarico di Amministratore Apostolico sede vacante. Il 2 dicembre 2017 aveva consegnato il Pastorale al nuovo Arcivescovo divenendo Arcivescovo Emerito
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Questa mattina, all’ospedale Murri di Fermo, dopo un periodo di malattia, si è spento, all’età di 80 anni, monsignor Luigi Conti, vescovo emerito dell’Arcidiocesi di Fermo. Una notizia nefasta che ha fatto calare sul Fermano, a partire dall’Arcidiocesi, un velo di cordoglio e costernazione.

Monsignor Luigi Conti era nato il 30 maggio 1941 a Urbania (all’epoca diocesi di Urbania e Sant’Angelo in Vado, ora Arcidiocesi di Urbino-Urbania-Sant’Angelo in Vado). Aveva frequentato il liceo e gli studi filosofici e teologici nel pontificio Seminario regionale ‘Pio XI’ di Fano. Aveva conseguito la licenza in teologia presso la Pontificia Università Lateranense negli anni 1967-1968 dove aveva acquisito anche il dottorato. Era stato ordinato presbitero il 26 giugno 1965 per la diocesi di Urbania e Sant’Angelo in Vado. Dal 1968-1978 era stato ufficiale presso la Congregazione per i Vescovi; dal 1978 al 1988, incardinato nella diocesi di Roma, aveva svolto il ministero di parroco del Santissimo Sacramento a Tor de’ Schiavi, quartiere Prenestino; dal 1988 al 1996 era stato Rettore del Pontificio Seminario Romano Maggiore. Il 28 giugno 1996 era stato eletto alla sede di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia e ordinato Vescovo il 21 settembre 1996, con inizio del Ministero Episcopale in Diocesi il 28 settembre 1996. Il 13 aprile 2006 era stato eletto Arcivescovo Metropolita di Fermo.

Aveva fatto il suo ingresso in Diocesi il 4 giugno 2006. Il 29 giugno 2006 aveva ricevuto, dalle mani di Benedetto XVI, il pallio. Aveva inoltre ricoperto gli incarichi di Membro della Commissione Episcopale della Cei per il clero e la vita consacrata, membro della Commissione mista Vescovi-religiosi-Istituti Secolari. Presidente della Conferenza Episcopale Marchigiana dal 2005 al 2015. Attualmente era vescovo delegato per il Clero nella Conferenza Episcopale Marchigiana e Moderatore del Tribunale Ecclesiastico Regionale.

Dal 3 giugno al 27 settembre 2013, fu anche amministratore apostolico “sede plena” di Ascoli a causa dell’aggravarsi delle condizioni di salute dell’allora vescovo Silvano Montevecchi che venne ricoverato a Imola nell’aprile 2013. Dopo la morte di Montevecchi, monsignor Luigi Conti diventò “amministratore apostolico sede vacante” di Ascoli. E fu proprio lui, il 12 aprile 2014 ad annunciare nell’Episcopio di Ascoli la nomina del nuovo vescovo Giovanni D’Ercole.

Dal 14 settembre 2017, a seguito dell’elezione ad arcivescovo di Fermo di monsignor Rocco Pennacchio, aveva assunto l’incarico di Amministratore Apostolico sede vacante. Il 2 dicembre 2017 aveva consegnato il Pastorale al nuovo Arcivescovo ed è divenuto Arcivescovo emerito. Le esequie si svolgeranno in Cattedrale sabato 2 ottobre alle ore 10.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti