facebook twitter rss

“Il sangiorgese come lingua”, il sindaco Loira saluta il neo dottore Panfili: tesi donata finisce in biblioteca

PORTO SAN GIORGIO - Il neo dottore ha poi donato copia della tesi al primo cittadino, il quale ha annunciato che presto sarà consegnata e messa a disposizione alla biblioteca Pieri a fini di studio.
Print Friendly, PDF & Email

Il 25enne Francesco Panfili si è laureato la scorsa settimana col massimo dei voti in Linguistica teorica, applicata e delle lingue moderne all’Università di Pavia con la tesi dal titolo “Il marchigiano tra dialetto e varietà regionale: analisi sociofonetica a Porto San Giorgio”. La discussione ha avuto come relatrice la professoressa Chiara Meluzzi.

Oggi è stato ricevuto in Comune dal sindaco Nicola Loira, che si è complimentato per il brillante percorso di studi. Panfili aveva in precedenza ottenuto la laurea triennale in Lettere moderne a Macerata.

“Il tratto caratteristico della b che diventa v non è scomparso durante il passare degli anni – ha affermato Panfili – . Si tratta di una tesi sperimentale in cui ho raccolto il contributo di 12 partecipanti, 8 tra i 18 e i 25 anni e 4 over 60. Il confronto in città è nato proprio sotto il lockdown ed è emerso che questa particolarità si mantiene stabile, rappresentando un elemento distintivo della comunità sangiorgese”.

Il neo dottore ha poi donato copia della tesi al primo cittadino, il quale ha annunciato che presto sarà consegnata e messa a disposizione alla biblioteca Pieri a fini di studio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti