facebook twitter rss

Ultimo giorno da dipendente ma Cicchiné resta volontario: “Incarna lo spirito della Croce verde Fermo”

FERMO - "Scegliendo e amando ogni giorno ciò che l'associazione rappresenta, ha mostrato con i fatti ciò che la Croce Verde è e vuole essere per la cittadinanza: un posto accogliente, disponibile e professionale"
Print Friendly, PDF & Email

L’ultima timbratura di Paolo Cicchiné

Il 30 settembre scorso é stata una giornata davvero importante per la Croce Verde Fermo: si è infatti assistito all’ultima timbratura del cartellino per lo storico direttore Paolo Cicchiné. Prima di tutto volontario dell’associazione, nel corso degli anni il suo percorso professionale l’ha portato ad essere assunto prima come autista soccorritore dipendente e poi come direttore del personale. Sempre presente al fianco dei vari Consigli di Amministrazione, degli altri dipendenti e soprattutto dei volontari, è stato ulteriormente fondamentale nel periodo di emergenza straordinaria che ci si è trovati a fronteggiare.

“Per questo tutta l’associazione non può che essergli grata. Grata per il tempo e la passione che ha messo a disposizione di tutti, per gli insegnamenti che ha tramandato, con le buone e a volte meno buone maniere, e – spiegano il presidente Emanuele Del Moro e la responsabile volontari Francesca Spinelli – per come ha sempre saputo mettersi a disposizione del paziente, rassicurando tutti con il suo modo di fare. Scegliendo e amando ogni giorno ciò che l’associazione rappresenta, ha mostrato con i fatti ciò che la Croce Verde è e vuole essere per la cittadinanza: un posto accogliente, disponibile e professionale. Fortunatamente, chiuso il capitolo da dipendente, Paolo ha deciso di riaprire quello da volontario. Lo aspettano quindi tutti di nuovo in turno, magari d’ora in poi con un viso un po’ più rilassato”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti