facebook twitter rss

Bottiglia incendiaria davanti alla Cgil di Jesi. Barbaresi e Bastianelli: “Preoccupati per il gesto ma non ci facciamo intimidire”

JESI - Daniela Barbaresi, segretaria generale Cgil Marche e Marco Bastianelli, segretario generale Cgil Ancona: "A individuarla è stato un passante che poi ha subito avvisato alcuni dirigenti della Camera del lavoro di Jesi. Non ci sono stati danni a persone e cose. Sull’episodio sta indagando la Digos di Ancona"
Print Friendly, PDF & Email

“Preoccupati per il clima ma non ci facciamo intimidire”. Sono le dichiarazioni, a caldo, di Daniela Barbaresi, segretaria generale Cgil Marche e Marco Bastianelli, segretario generale Cgil Ancona nel dare la notizia del ritrovamento di una bottiglia incendiaria davanti ai cancelli della Cgil di Jesi.

“Questa mattina, alle ore 8,30 circa – spiegano, infatti, i due sindacalisti – è stata trovata una bottiglia incendiaria davanti al cancello della sede Cgil di Jesi, in via Colocci 18 bis. A individuarla è stato un passante che poi ha subito avvisato alcuni dirigenti della Camera del lavoro di Jesi. Non ci sono stati danni a persone e cose. Sull’episodio sta indagando la Digos di Ancona”.

“Siamo preoccupati per il grave gesto intimidatorio – dichiarano Daniela Barbaresi e Marco Bastianelli – la Cgil ha già sporto denuncia contro ignoti. Intanto, si ribadisce che il sindacato non si farà intimidire e, anzi, invitiamo lavoratori, pensionati e cittadini a partecipare alla manifestazione di sabato a Roma”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti