facebook twitter rss

Furto nella notte alla Cgil di Fermo, indagano i carabinieri. De Grazia: “Nessun attacco mirato al sindacato”

FERMO - Alcuni balordi, questa notte, si sono intrufolati all'interno della sede del sindacato a Fermo. Il segretario: "Ho sporto denuncia". Indagano i carabinieri che questa mattina con il Radiomobile hanno effettuato un sopralluogo
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Hanno approfittato dell’oscurità per intrufolarsi nella sede fermana della Cgil. E una volta dentro hanno preso di mira la macchinetta del caffè.

Furto nella notte alla sede del sindacato Confederazione generale italiana della Lavoro, in via dell’Annunziata. Alcuni balordi hanno forzato una porta finestra lato giardino. E poi, una volta dentro, hanno preso di mira la macchinetta del caffè. Al momento non si conosce con precisione l’ammontare del bottino. A fare l’amara scoperta l’impresa di pulizie che questa mattina, intorno alle 6,30, arrivata alla Cgil per le pulizie, ha scoperto l’effrazione. E così è subito partita la chiamata ai vertici fermani del sindacato. Nessun collegamento o ritorsione nei confronti della Cgil, sindacato alla ribalta delle cronache nazionali per l’assalto a Roma e per la bottiglia incendiaria a Jesi. E’ direttamente il segretario Alessandro De Grazia a tranquillizzare tutti: “Da quello che abbiamo riscontrato, nessun attacco diretto nei nostri confronti. Qualcuno ha rotto la porta finestra e scassinato la macchina del caffè. Quanto vi fosse all’interno della macchina, essendo gestita direttamente dal gestore, non lo sappiamo. A noi resta il danno alla porta finestra. Ho sporto denuncia ai carabinieri”. Infatti, questa mattina sul posto sono immediatamente arrivati i carabinieri del Radiomobile che, raccolto ogni elemento utile alle indagini, hanno subito avviato le ricerche dei malviventi.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti