facebook twitter rss

La Videx torna al PalaGrotta, domenica la sfida contro Torino

SERIE A3 - Domenica, nuovamente tra le mura amiche, il match valido per la quarta giornata di andata in quota alla lanciata formazione di coach Ortenzi. La presentazione del match affidata al centrale Focosi
Print Friendly, PDF & Email

GROTTAZZOLINA – Dopo tre settimane di attesa la Videx torna sul parquet di casa.

Una vittoria di forza in quel di San Donà di Piave e un’altra, da grande squadra, al PalaAllende di Fano rappresentano linfa vitale per un gruppo che ha già fatto registrare progressi importanti ma che deve, senza distrazioni, proseguire spedito su questa strada.
L’ostacolo di giornata è rappresentato da un avversario inedito sotto tutti i punti di vista: primo confronto assoluto tra le due formazioni, con Torino che affronta quest’anno la terza stagione in serie A della sua quarantennale storia.

Inizio di campionato in chiaro-scuro per la banda di coach Simeon, esordio con sconfitta a Montecchio Maggiore poi il rilancio sul parquet di casa contro Brugherio prima del netto 0-3 interno ad opera di Garlasco: il bilancio è di tre punti in altrettante partite e quartultimo posto in una classifica, per ovvie ragioni, ancora piuttosto corta.

Insomma, numeri alla mano, un confronto che pende nettamente a favore di Grottazzolina, chiamata a dare continuità di risultati dopo le ultime uscite super-positive, ma che proprio per tale ragione rischia di trasformarsi in una trappola se approcciata nella maniera sbagliata: “E’ una di quelle partite dove si ha molto da perdere – ha dichiarato il centrale Leonardo Focosi -. Anche se sulla carta può sembrare un match abbordabile, il pericolo è che possa rivelarsi più complicato del previsto se non entriamo in campo con l’atteggiamento giusto. Dovremo tenere alta la tensione in modo da evitare delle brutte sorprese”. Un’altra prova di maturità da superare, l’ennesimo importante step per continuare a costruire.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti