facebook twitter rss

Sono ai domiciliari ma i carabinieri non li trovano a casa, denunciati. Segnalato un giovane con la cocaina in auto

CONTROLLI - Giornata di controlli a tutto campo per i carabinieri della compagnia di Fermo guidata dal tenente colonnello Nicola Gismondi. Nei guai due uomini e un ragazzo
Print Friendly, PDF & Email

Notte di halloween all’insegna dei controlli disposti sul territorio dai carabinieri di Fermo. Ed anche stavolta i risultati non sono mancati: due persone denunciate a piede libero ed una segnalata alla prefettura.

Come promesso nei giorni scorsi, la compagnia carabinieri di Fermo, guidata dal tenente colonnello Nicola Gismondi, anche in questo week-end appena trascorso con la festività di Ognissanti, ha puntato a mantenere saldo il presidio sul territorio, disponendo sul campo un consistente numero di pattuglie in divisa. Ed anche questa volta i risultati non si sono fatti attendere.

“I militari della stazione di Porto San Giorgio, infatti, hanno pizzicato un algerino di circa 30 anni, ben noto alle cronache giudiziarie, il quale pur essendo sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in barba alle prescrizioni impostegli dal gip del tribunale di Fermo, si era allontanato dalla sua abitazione, senza alcuna autorizzazione o plausibile giustificazione, non facendosi reperire in casa dai carabinieri nel corso di uno dei controlli disposti dalla compagnia di Fermo. Per il ragazzo, ovviamente, è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica per il reato di evasione, anche ai fini di una valutazione per l’eventuale adozione di provvedimenti consecutivi alla violazione delle prescrizioni accertata dagli uomini della benemerita.
Identico risultato di servizio per i militari della stazione carabinieri di Porto Sant’Elpidio, i quali, sempre nell’ambito dei controlli ai soggetti sottoposti a misure cautelari degli arresti domiciliari, ovvero a provvedimenti di detenzione domiciliare, hanno deferito in stato di libertà alla Procura un uomo di circa 30 anni, originario della città di Fermo, per il reato di evasione perché al controllo dei carabinieri nella sua abitazione, non si è fatto trovare in casa. Raggiunto telefonicamente, ha spiegato ai militari di trovarsi al lavoro in un cantiere edile, nonostante la giornata festiva per la quale, in verità, non era autorizzato ad allontanarsi dal domicilio. Le verifiche effettuate dai militari, però, hanno consentito di appurare la verità: l’uomo, infatti, si era allontanato da casa per acquistare delle sigarette, senza alcuna autorizzazione o plausibile motivazione. Anche per lui, quindi, la competente autorità giudiziaria è stata interessata per gli eventuali provvedimenti adottabili per la violazione delle prescrizioni riscontrata dagli uomini dell’Arma.
A completare la rosa dei risultati conseguiti dalla compagnia carabinieri di Fermo, poi, la segnalazione amministrativa al prefetto di Fermo, operata dai militari della stazione di Montegranaro, sul conto di un ragazzo residente a Sant’Elpidio a Mare, per violazione dell’art. 75 dpr 309/90. Il giovane, infatti, è stato pizzicato dai carabinieri di Montegranaro subito dopo essersi appartato a bordo della sua auto, a villa Luciani, per fare uso personale di sostanza stupefacente. Al controllo dei militari, infatti, non era sfuggito un frammento di carta stagnola adagiato sul sedile dell’auto, contenente residui di polvere bianca, poi risultata essere cocaina. Per il ragazzo, quindi, oltre al sequestro amministrativo di quanto rinvenuto, è scattata la segnalazione al prefetto di Fermo per i provvedimenti amministrativi di sua competenza”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti