facebook twitter rss

“Avis Marche e le scuole del progetto Best Choice: un incontro che guarda al futuro” puntando sui giovani

AVIS - Ieri il webinar ha visto in collegamento, dalle 10,30 del mattino per circa due ore, alcuni protagonisti del progetto per il territorio regionale. Un confronto tutto marchigiano sull’esperienza all’interno di un progetto di respiro nazionale che ha coinvolto numerosi adolescenti.
Print Friendly, PDF & Email

“Avis Marche e le scuole del progetto Best Choice: un incontro che guarda al futuro” questo il titolo del webinar organizzato da Avis Marche che ieri ha visto in collegamento, dalle 10,30 del mattino per circa due ore, alcuni protagonisti del progetto per il territorio regionale. Un confronto tutto marchigiano sull’esperienza all’interno di un progetto di respiro nazionale che ha coinvolto numerosi adolescenti.
B.e.s.t. Choice è un progetto di Avis nazionale, nato a luglio 2019 e conclusosi ad ottobre 2021, cofinanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che ha coinvolto complessivamente: 12 Avis regionali, 60 istituti d’Istruzione Superiore e oltre 10.000 ragazzi dai 15 ai 17 anni. Un lavoro molto impegnativo che ha avuto come scopo quello di sensibilizzare i giovani su tematiche importanti quali: benessere, educazione e salute nel territorio da cui l’acronimo B.e.s.t. Avis Marche oltre ad essere una delle associazioni regionali che hanno aderito al progetto ha rivestito anche un ruolo importante quale responsabile della comunicazione per il territorio nazionale.


Di tutto questo, del contest a cui hanno partecipato le scuole, degli obiettivi raggiunti e di molto altro si è parlato durante l’incontro virtuale a cui sono intervenuti: Daniele Ragnetti presidente regionale Avis Marche, referente Avis sul territorio per la provincia di Pesaro progetto Best Choice, Maria Gianuario vice presidente vicario Avis Marche, responsabile progetto Best Choice per Avis Marche, referente sul territorio per la provincia di Ancona progetto Best Choice, Massimo Lauri Consigliere Avis Nazionale per le Marche, già presidente regionale Avis Marche, Dino Lauretani Presidente Provinciale Avis Ascoli Piceno, Referente scuola Marche progetto Best Choice, Morena Soverchia segretaria regionale Avis Marche, referente Avis sul territorio per la provincia di Macerata progetto Best Choice, Sandro Santanafessa referente Avis sul territorio per la provincia di Fermo progetto Best Choice, Marco Bagalini referente Avis sul territorio per la provincia di Ascoli Piceno progetto Best Choice. Durante il webinar, coordinato da Giuseppe Corradini direttore di Envision Magazine con la partecipazione di Daniza Marziali della redazione di Envision Magazine, sono stati mostrati alcuni contributi video realizzati presso le scuole partecipanti al contest in cui dirigenti scolastici e docenti si sono espressi in merito alla valenza delle attività svolte durante la produzione degli elaborati, all’importanza di sensibilizzare i giovani sui corretti stili di vita e sulla cittadinanza attiva.
In due anni, tanto è durato il progetto Best Choice, per Daniele Ragnetti c’è stato uno sviluppo degli incarichi all’interno dell’Avis. Nel 2019 referente per le scuole del territorio di Pesaro Urbino per il progetto Best Choice e nel 2021 arriva la nomina a presidente regionale Avis Marche. “Non è stato difficile conciliare i due ruoli – ha detto Daniele Ragnetti – anche se la pandemia ad inizio progetto ha creato qualche difficoltà, nel territorio di Pesaro Urbino eravamo infatti partiti con due scuole poi, causa le varie restrizioni dovute al Covid, una si è dovuta ritirare. Anche il passaggio a presidente regionale è stato semplice e di questo devo ringraziare chi mi ha preceduto, il presidente Massimo Lauri, e tutti i componenti del direttivo Avis per avermi fatto trovare una situazione ottimale”.
“Un ruolo impegnativo il mio – ha dichiarato Maria Gianuario in apertura del suo intervento – ma gratificante, un’esperienza per la quale ringrazio l’attuale presidente regionale Ragnetti e l’allora presidente Lauri che hanno riposto in me tutta la loro fiducia. Il progetto Best Choice – ha poi proseguito Maria Gianuario – ha rappresentato innanzitutto un’occasione per ribadire il ruolo che da sempre l’Avis ricopre, in tutte le sue dimensioni da quella comunale, a quella provinciale fino alla regionale e nazionale, nell’attività di promozione della solidarietà tra i cittadini, soprattutto tra i giovani. Per questo progetto Avis Marche si è struttura in referenti associativi che in questo incontro vediamo tutti presenti. Una vera e propria rete sul territorio che è entrata in contatto con le scuole, con gli insegnanti e con gli studenti. E’ stato importante sviluppare una sensibilizzazione sui temi indicati dal progetto perché proprio grazie alle riflessioni scaturite dal lavoro dei giovani si è potuto procedere con il progetto stesso“.
Inoltre Maria Gianuario si è soffermata sulle attività dell’Avis sul territorio, che non sono solo di raccolta sangue, e che, per quanto riguarda quella della promozione e dell’informazione rivolte ai più giovani, inizia dalle scuole elementari per arrivare via via alle medie ed alle superiori. Tutti gli ospiti sono stati d’accordo nel ribadire la validità di progetti come quello di Best Choice che è riuscito, anche in tempi di pandemia, ad offrire uno spunto di riflessione e di lavoro risvegliando l’attenzione degli adolescenti di una fascia di età, 15 -17 anni, con un carico maggiore di fragilità, di perplessità e al tempo stesso di energia.
Ad arricchire ulteriormente i contenuti del webinar i contributi video realizzati con Elvezio Picchi e Lucia Marinangeli, rispettivamente presidenti regionali Marche di Admo e Aido che hanno collaborato con Avis per la realizzazione del progetto rafforzando una rete di relazioni già consolidata.
Sette le scuole delle cinque province marchigiane che hanno aderito al progetto: l’Istituto D’Istruzione Superiore “Luigi Donati” di Fossombrone, il Liceo Artistico “Edgardo Mannucci” di Jesi, il Liceo Artistico “Preziotti – Licini” di Fermo sede di Porto San Giorgio, il Liceo Linguistico e il Liceo delle Scienze Umane di Cingoli sezione associata al Liceo Giacomo Leopardi di Macerata, l’Istituto D’Istruzione Superiore “Bramante” di Macerata, l’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Fazzini – Mercantini” di Grottammare ed il Liceo Artistico “Osvaldo Licini” di Ascoli Piceno.
Tutti gli Istituti Scolastici marchigiani hanno prodotto lavori degni di nota raggiungendo una buona posizione nella classifica nazionale. Si sono maggiormente distinti il Liceo Artistico “Osvaldo Licini” di Ascoli Piceno secondo classificato sul territorio nazionale e l’Istituto D’Istruzione Superiore “Bramante” di Macerata primo classificato per le Marche.
A giudicare i lavori del contest sono state due giurie: quella popolare che ha potuto votare attraverso Instagram e la giuria di qualità formata da esperti di sociologia, di agenzie di comunicazione e dall’ufficio stampa di Avis Nazionale. Tra i criteri di valutazione: creatività, originalità, complessità tecnica e produttiva, capacità comunicativa. Molto interessanti i premi: buoni per l’acquisto di materiale tecnologico per la scuola e buoni acquisto della Feltrinelli per gli studenti.
Il webinar “Avis Marche e le scuole del progetto Best Choice: un incontro che guarda al futuro” e i contributi video delle sette scuole e di ADMO e AIDO sono disponibili sui canali social e sulla pagina Facebook di Avis Regionale Marche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti