facebook twitter rss

Torna il Giro d’Italia, per l’edizione 2022 previsto il passaggio lungo la riviera del Fermano

CICLISMO – E' pronta a salpare, nella prossima primavera, l’edizione numero 105 della Corsa Rosa, per una prestigiosa competizione che tornerà a calcare le nostre strade grazie alla tappa Pescara – Jesi, programmata per il prossimo 17 maggio. Un passaggio che interesserà Campofilone, Pedaso, Marina Palmense, Porto San Giorgio, Lido di Fermo e Porto Sant’Elpidio
Print Friendly, PDF & Email

Il trofeo “Senza Fine”, l’ambito premio in palio per i vincitori del Giro d’Italia

di Tiziano Vesprini

 

FERMO – L’ Rcs Gazzetta dello Sport, organizzatrice dei principali appuntamenti cicloprofessionistici della nostra nazione, tra cui il Giro d’Italia, quest’anno svela settimana dopo settimana il percorso dell’edizione numero 105 della Corsa Rosa.

Ieri è stato dunque il momento della tappa abruzzese-marchigiana che andrà da Pescara a Jesi, e che dovrebbe svolgersi il 17 maggio 2022, il condizionale è d’obbligo ma solo fino a domani, momento in cui ci sarà l’ufficialità delle data.

La certezza assoluta è che il Giro d’Italia 2022 partirà il 6 maggio dalla capitale ungherese di Budapest, per concludersi il 29 dello stesso mese ancora a Verona.

La frazione Pescara – Jesi di 194 km percorrerà, nella sua prima poco più di metà percorso (100 km circa) tutta la S. S. 16 Adriatica attraversando, ovviamente anche il tratto Fermano ricompreso tra Campofilone, Pedaso, Marina Palmense, Porto San Giorgio, Lido di Fermo e Porto Sant’Elpidio.

I “girini” (simpatico termine ciclistico con cui vengono denominati i corridori al Giro) giunti a Civitanova Marche svolteranno poi per l’entroterra, prima maceratese (Montecosaro, Montelupone, Recanati) e poi anconetano (Filottrano, Santa Maria Nuova, ed altri centri) ed infine concludere la giornata ciclistica a JesiTappa, questa, definita a tre stelle considerato il finale nervosissimo con numerosi “muri” da percorrere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti