facebook twitter rss

Di Virgilio: “Via dei Giochi Olimpici sarà più larga e dotata di ciclabile”

PORTO SAN GIORGIO - L'assessore comunale ai lavori pubblici si esprime così nel merito dei lavori partiti nella specifica zona cittadina, e conclude affermando: "Area che diverrà più ampia e livellata, realizzeremo un’opera strategica”
Print Friendly, PDF & Email

 

 

“Via dei Giochi Olimpici sarà più larga, senza dislivelli e vedrà il passaggio della ciclovia turistica ‘Ete Vivo’. L’importanza che andrà ad assumere il tratto sarà di assoluto rilievo anche per la viabilità cittadina”.

L’assessore ai lavori pubblici, Andrea Di Virgilio, nella foto, ha compiuto un sopralluogo sul cantiere che è stato allestito lungo il tratto che conduce dalla Statale Adriatica alla zona del palazzetto dello Sport. “La realizzazione delle opere procede secondo il programma, il personale è ora impegnato a portare a livello il tratto stradale disconnesso poi seguirà la pavimentazione, attesa non solo dagli automobilisti ma anche dai residenti”, prosegue Di Virgilio.

Il percorso ciclopedonale si sviluppa dalla ex ferrovia fino alla zona industriale Santa Vittoria. Si prosegue quindi sulla strada comunale Santa Vittoria, Monte Caccione, via Fossaceca, fiancheggiando la Castiglionese verso Fermo. A Porto San Giorgio, in via dei Giochi Olimpici, sarà realizzata la continuazione del tratto pedonale e l’allargamento della carreggiata attraverso la pavimentazione dell’attuale tratto brecciato.

Per la ciclabile è prevista la ripavimentazione e la realizzazione in sequenza, a partire da est, di un tratto ciclabile a doppio senso, un cordolo in gomma, una carreggiata ad un unico senso di marcia. Resteranno alcuni parcheggi in linea, verranno inoltre predisposte delle caditoie con pozzetti prefabbricati per lo smaltimento delle acque piovane. Nella seconda parte del progetto, più a monte, è in esecuzione l’allargamento della sede stradale da 3,20 a7,20-7,40 metri lineari attraverso l’utilizzo delle terre armate sul lato est della carreggiata. La ciclabile sarà “protetta” da un cordolo in gomma e da una staccionata in legno, opere di raccolta delle acque piovane e il conclusivo riallaccio al tratto di ciclabile già esistente che si snoda sotto il palazzetto. Altre opere riguarderanno anche via Martiri di Cefalonia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti