facebook twitter rss

Global Trustworthy trionfa al Palio dei Comuni: esulta Gualdo Tadino

MONTEGIORGIO - È il centro umbro, rappresentato dal driver Alessandro Gocciadoro, a trionfare sugli altri partecipanti. A seguire, sul podio i cavalli Akela Palm Ferm, condotto da Antonio Di Nardo, in rappresentanza del Comune di Fermo, e Great King Wine per le città di Montechiarugolo e Loreto, uniti in questa edizione
Print Friendly, PDF & Email

 

di Alessandro Luzi

È Global Trustworthy ad aggiudicarsi la 33esima edizione del Palio dei Comuni di Montegiorgio.

È dunque il Comune umbro di Gualdo Tadino, rappresentato da Alessandro Gocciadoro, a trionfare sugli altri partecipanti. A seguire, sul podio i cavalli Akela Palm Ferm, condotto da Antonio Di Nardo, in rappresentanza del Comune di Fermo, e Great King Wine per i Comuni di Montechiarugolo e Loreto, uniti in questa edizione. È stato un testa a testa avvincente, poi a sorpresa spunta dalle retrovie Global Trustworthy, cavallo davvero in splendida forma, e va a tagliare il traguardo davanti a tutti.


Coreografie, costumi e musica introducono il palio. Davanti ad una folta cornice di pubblico tornato a riempire l’Ippodromo San Paolo, sfilano sulla pista le majorettes ed il corpo bandistico città di Falerone. A seguire la banda musicale di Montegiorgio ‘Alaleona’, il corpo bandistico Francesco Graziani di Grottazzolina, la junior band Filippo Meloni di Porto San Giorgio, apporta il suo contributo anche Montottone con la banda musicale montottonese.

Presente il corpo bandistico città di Monte Urano, di Santa Vittoria in Matenano, della città di Petritoli ed infine il copro bandistico Mauro Cecchini di Monte San Pietrangeli. Scendono in pista la Polizia a cavallo ed i bambini del gruppo di Petritoli, simbolo del folklore marchigiano. Ad animare la cerimonia d’apertura sono i tamburini e sbandieratori della Cavalcata dell’Assunta. Il parterre del palio, dopo un anno di assenza per via della pandemia, è dunque ricco di storia e di folklore marchigiano. Tanti i colori ad animare la tiepida giornata autunnale. Presenti anche le bellissime 10 Miss Magenta. Inaugurano la giornata la benedizione di Padre Daniel e la voce del soprano Julia Burdulì, interprete dell’Ave Maria di Schubert e dell’Inno nazionale, messi in musica da un’orchestra di 300 elementi diretta da Luca Sartori.

La prima batteria è subito avvincente e ricca di colpi di scena: Zaccaria, uno dei cavalli favoriti, accusa dei problemi durante la sgambatura e infatti conclude nelle retrovie. Un testa a testa serrato tra Great King Wine (Montechiarugolo/Loreto) – spuntato dal gruppo – e Altaseta del Pino (Falerone), vinto poi dal primo. Terza e quarta piazza ottenuta da Tyl Etoile, a rappresentare Massa Fermana, e Deimos Racing per Magliano di Tenna.

Si procede con la seconda batteria, subito in vetta Night Brodde per il Comune di Rapagnano, dietro appaiati procedono Usain Toll per Servigliano, Global Trustworthy per Gualdo Tadino, Rushmore Face per Sant’Elpidio a Mare e Virginia Grif per Civitanova Marche. Nessuno degli inseguitori intende mollare ma al fotofinish è Global Trustworthy a spuntarla sugli altri concorrenti. Quindi Rapagnano, Gualdo Tadino, Civitanova Marche e Campofilone sono i Comuni ad approdare in finale con i cavalli Night Brodde, Global Trustworthy, Virginia Grif e Volver As.

Il consigliere regionale Marco Marinangeli premia i fantini di questa seconda batteria e coglie l’occasione per ricordare l’importanza del Palio dei Comuni: “È una grande occasione di promozione del territorio in Italia e all’estero. Ben vengano il contributo dello sport, cultura e enogastronomia che sono le eccellenze del nostro territorio”.

Tutto è pronto per la terza batteria, buono lo scatto di Vesna (Corridonia) ma Akela Palm Ferm (Fermo) rimonta e stacca il resto del gruppo. La classifica di partenza non viene stravolta: Akela Palm Ferm vince la terza batteria davanti a Allegra Gifont, Vesna e Bahia Quesnot. I Comuni di questa batteria che volano in finale sono quindi Fermo, Porto Sant’Elpidio, Corridonia e Montegranaro. Presente all’evento anche il consigliere regionale Carlo Ciccioli: “Le Marche hanno delle opportunità incredibili. Noi crediamo che l’ippica può essere una attrattiva della nostra regione. Ci auguriamo che in futuro potranno essere presenti i Comuni non solo del Fermano ma di tutta la regione”.

Il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, porta i suoi saluti: “L’ippodromo è una meta importante inserita anche in un’ottica turistica, capace di attrarre spettatori provenienti da diverse zone d’Italia. Anche con la mascherina è importante essere di nuovo qui in presenza, è vero che i contagi stanno tornando a salire ma la pressione sugli ospedali è sotto controllo, in particolare per quanto riguarda le terapie intensive”. Sulla stessa linea prosegue l’onorevole Mauro Lucentini: “Montegiorgio, località posizionata a metà tra la zona montana e quella marittima, deve essere portata al centro del turismo legato all’ippica”. Il sindaco Michele Ortenzi si mostra soddisfatto per lo svolgimento della giornata, ma soprattutto “per il ritorno del pubblico sugli spalti dell’Ippodromo cittadino”.

È il momento della tanto attesa finale, disputata sotto un pubblico effervescente. Il sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti è entusiasta per la vittoria ottenuta: “Sapevamo che era stato scelto un buon cavallo, speravamo nella vittoria. È indubbiamente un momento di grande gioia. Ringrazio la famiglia Mattii che ci ha coinvolto in questa avventura stupenda”. Lo spettacolo pirotecnico chiude il sipario dell’edizione del Palio dei Comuni del 2021.

 

Fotogallery


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti