facebook twitter rss

135 piantine di alberi donati alla classi delle scuole dell’obbligo

FERMO - La consegna da oggi sabato 20 novembre In occasione della Giornata Nazionale degli Alberi
Print Friendly, PDF & Email
 
 Un dono per dare speranza, un albero per un futuro migliore. Anche la Città di Fermo aderisce alla campagna Tree Marathon per sensibilizzare sull’ambiente e sulla sua cura, attraverso degli alberi che faranno sempre più green l’intero territorio comunale. In occasione della Giornata Nazionale degli alberi del 21 novembre, l’Amministrazione e la Presidenza del Consiglio Comunale fermani hanno immediatamente sposato il progetto, decidendo di donare ben 135 piantine di alberi di ciliegio, quercia e acero a tutte le classi delle scuole dell’obbligo della città.
Gli alunni le custodiranno, se ne prenderanno cura e in primavera si passerà alla vera a propria piantumazione nei giardini delle scuole. La consegna (foto allegate) è stata avviata nelle scuole cittadine questa mattina, sabato 20 novembre, da parte dell’Assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Ciarrocchi, dell’Assessore alla Cultura Micol Lanzidei, del Presidente del Consiglio Comunale Francesco Trasatti, dei consiglieri comunali Nicola Pascucci, coordinatore locale dell’iniziativa, Sara Pistolesi, Silvia Remoli, Luigi Rocchi e Lucia Perticari, con la sempre preziosa collaborazione della Fermo Asite che ha acquistato gli alberi. Tree Marathon è un progetto del gruppo Eugea con la collaborazione di Radio Deejay.
Un’iniziativa che si somma alle tante progettualità portate avanti ormai da sei anni in questa direzione da parte dell’Assessorato alle Politiche Ambientali,  come ricorda l’assessore Alessandro Ciarrocchi: “In un  momento in cui i temi dell’ambiente sono sempre più urgenti ed attuali, abbiamo pensato ad un gesto simbolico di grande importanza e sensibilità. Donando un piccolo albero per ogni classe daremo la possibilità ai ragazzi delle nostre scuole di impegnarsi attivamente e fare qualcosa di concreto e tangibile per il loro futuro. Custodiranno le piantine fino a quando sarà possibile piantumarle nei nostri giardini e parchi pubblici. Diventeranno protagonisti di un progetto ambientale di carattere nazionale. L’ambiente è vita e le nuove generazioni devono essere consapevoli che proprio con loro vorremmo porre le basi per un futuro migliore. Siamo molto lieti dell’entusiastica accoglienza riservataci dagli alunni così come del sostegno dei dirigenti e dei docenti che hanno molto apprezzato l’iniziativa. Un particolare ringraziamento va alla Fermo Asite per il suo importante supporto, sempre puntuale e presente”.
“Mi unisco a sottoscrivere la bellezza di un progetto che vedrà attori principali gli alunni delle nostre scuole da domani, sabato 20 novembre –  le parole dell’Assessore alle Politiche Culturali Micol Lanzidei – in un progetto che abbiamo condiviso e che i responsabili dell’organizzazione nazionale, l’Eugea, si sono posti con degli obiettivi importanti: raggiungere l’ambizioso traguardo di piantare nelle città italiane complessivamente 42.195 giovani alberi. Perché proprio 42.195? Beh, perché è esattamente il numero di metri che corre un maratoneta in una vera maratona. Un’opera di sensibilità che farà i suoi passi così come quelli delle piantine che in questi mesi verranno accudite, prima di essere messe a dimora e che saranno il segno concerto dell’impegno dei nostri bambini”.
Soddisfazione viene espressa dal consigliere comunale Nicola Pascucci che sta coordinando il progetto e che dichiara: “un vero e proprio atto d’amore nei confronti dell’ambiente, un progetto che abbiamo voluto condividere per lanciare un messaggio che va nella direzione del sempre maggiore rispetto e della sensibilità che oggi più che mai sono necessari nei confronti del verde e del nostro pianeta, sui quali gli effetti dei cambiamenti climatici stanno pesantemente influendo. Per questo, trattandosi di futuro abbiamo pensato che le scuole e i bambini fossero i primi vettori di questo messaggio perché con il loro impegno e la loro cura sapranno sicuramente trasmetterlo agli adulti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti