facebook twitter rss

“Non dimenticheremo il bene che hai fatto”, l’ultimo saluto a Roberto Di Martino

PORTO SAN GIORGIO - Oggi pomeriggio alle 15 le esequie del 53enne ristoratore ed ex consigliere comunale di Porto San Giorgio
Print Friendly, PDF & Email

Roberto Di Martino

“Era un uomo simpatico, gentile, dall’animo buono. Sempre disponibile e solare, un amico di tutti. E sicuramente oggi vorrebbe dirci che lui non è più tra noi fisicamente ma il bene che lui ha fatto noi tutti possiamo continuare a farlo”. Don Gabriele, parroco emerito della parrocchia di Gesù redentore, quartiere Borgo Rosselli di Porto San Giorgio, ricorda così Roberto Di Martino, scomparso sabato scorso all’età di 53 anni. Oggi pomeriggio alle 15, in una chiesa gremita, l’ultimo saluto all’ex consigliere comunale e titolare dello chalet ristorante Quadrifoglio. In chiesa, ma anche fuori, tantissime persone, tra amici, conoscenti, colleghi di lavoro, amministratori locali di ieri e di oggi, persone che nella loro vita hanno avuto il piacere di conoscere Roberto, sia nelle vesti di ristoratore che in quelle di amministratore. O più semplicemente che hanno scambiato con lui quattro chiacchiere ricordando quel suo inconfondibile sorriso, la sua indiscussa gentilezza.

“Ricordiamo il bene che Roberto ha fatto fin quando è stato tra noi – continua don Gabriele – e ora raccogliamo la sua eredità”. Tra i presenti anche il sindaco Nicola Loira: “Un uomo che ha fatto dell’educazione, della cordialità non solo una condotta di vita ma anche un esempio professionale. E’ stato un punto di riferimento per la ristorazione. E di lui restano, e li custodiamo nei nostri cuori, quel sorriso inconfondibile e quella cordialità che ne hanno fatto una persona benvoluta da tutti” e le tantissime persone al funerale ne sono la prova provata, tantissimi amici e conoscenti che si sono stretti al dolore della moglie Monia, dei figli Edoardo e Diego, dei fratelli Eraldo, Franca e Marina e di tutti i familiari che oggi piangono sì la sua scomparsa ma che, con un fortissimo, seppur simbolico abbraccio dei tanti al suo funerale, hanno una testimonianza in più di quanto il loro Roberto fosse amato e stimato in città, e non solo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti