facebook twitter rss

Controlli ‘a quattro mani’ sul gioco, i Monopoli e la Finanza sequestrano una slot machine

CONTROLLI - I funzionari Adm, oltre ai consueti controlli previsti nello specifico settore e al riscontro del possesso della certificazione verde dove obbligatoria, hanno effettuato delle prove di gioco che hanno consentito di accertare l’irregolare collegamento dell’apparecchio alla rete telematica, riscontrato grazie anche all’ ausilio di particolari software
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Prosegue l’attività dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli, ufficio Monopoli Marche, in sinergia con la Guardia di Finanza finalizzata al contrasto delle condotte illecite in materia di gioco.

I funzionari Adm dell’Ufficio della Regione Marche, con sede in Ancona, insieme ai militari della Guardia di Finanza del Nucleo operativo del Gruppo di Fermo, durante le attività di controllo volte a contrastare le irregolarità e l’illegalità nel settore del gioco, hanno posto sotto sequestro un apparecchio da divertimento e intrattenimento irregolare (Awp, ovvero apparecchi che erogano vincite in denaro) collocato all’interno di un bar del Fermano.

In particolare i funzionari Adm, oltre ai consueti controlli previsti nello specifico settore e al riscontro del possesso della certificazione verde dove obbligatoria, hanno effettuato delle prove di gioco che hanno consentito di accertare l’irregolare collegamento dell’apparecchio alla rete telematica, riscontrato grazie anche all’ ausilio di particolari software in uso allo scopo. Il sequestro amministrativo è stato disposto in quanto l’apparecchio non era conforme alle disposizioni di cui all’articolo 110 comma 6 del Tulps per la cui fattispecie è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da 5.000 a 50.000 euro oltre alla chiusura dell’esercizio a 30 a 60 giorni. Tale attività di servizio si colloca nell’ambito della missione istituzionale finalizzata alla tutela del consumatore e al contrasto alle attività illegali in un settore, quale il gioco, che è costantemente monitorato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti