facebook twitter rss

Basket Fermo c’è lo stop, San Severino frena la corsa in vetta

SERIE D - Si interrompe, dopo 6 vittore consecutive, la scia di successi in casa del Forno a Legna Frinconi, nella circostanza battuto dagli Amatori Basket, lesti ad espugnare la tana fermana per 50-57
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Dopo sei vittorie consecutive arriva lo stop casalingo del Forno a Legna Frinconi, fermato dall’Amatori Basket di San Severino Marche.

Nell’ultima giornata del girone di andata una prestazione non memorabile dei giallo e blu fermani ferma la corsa al vertice della classifica, anche se, grazie alla sconfitta di Pedaso, il Basket Fermo si mantiene a soli due punti dalle squadre di testa.

IL TABELLINO

FORNO A LEGNA FRINCONI BASKET FERMO 50: Poggi 4, Ferreyra 12, Zampacavallo, Bongelli 4, Quondamatteo 14, Quinzi, Cipriani, Pedicone 2, Del Buono 5, Ndour 9, Pelacani (cap.). All.re Marilungo, vice all. Valentini

AMATORI BASKET SAN SEVERINO MARCHE 57: Luciani 2, Giuliani 8, Tortolini (cap.) 12, Carboni n.e., Potenza 11, Uncini, Grillo 3, Ortenzi, Cobanaj 4, Fucili 15, Cingolani 2. All. Sparapassi

ARBITRI: Andrea Di Donato di Ancona e Michael Denis Fucci di San Benedetto del Tronto (AP)

PARZIALI: 12-14, 14-11, 5-13, 19-19

PROGRESSIVI: 12-14, 26-25, 31-38, 50-57

NOTE: Tiri da 3: Fermo 4, San Severini 1, Tiri liberi: Fermo 10 su 14 (71%), San Severino 10 su 14 (71%), Falli: Fermo 20 con tecnico a Zampacavallo e all’allenatore; San Severino 14 con antisportivo a Grillo

LA CRONACA

Che la gara fosse più complicata del solito lo si è visto già dai primi minuti di gioco, quando il Basket Fermo è sembrato meno reattivo dal punto di vista atletico da come ci aveva abituato nelle gare precedenti. Poca lucidità a canestro e ancora meno attenzione in difesa hanno lasciato spazio agli avversari che grazie ai loro centimetri hanno anche avuto vita non troppo difficile ai rimbalzi. Nonostante questo nella prima metà della gara il tabellone segnava un punteggio di assoluta parità. È, invece, al ritorno in campo dalla pausa lunga che le fragilità della serata si sono accentuate: cinque soli punti realizzati in dieci minuti contro i tredici degli avversari dicono del black out vissuto dalla squadra. Nell’ultima frazione hanno cercato di recuperare, arrivando anche ad un promettente meno cinque negli ultimi minuti che però non sono riusciti a colmare chiudendo l’incontro a sette lunghezze di distanza.

Attenuanti possono essere cercate nelle numerose assenze tra le fila del Basket Fermo, costretta a colmare la panchina con i ragazzi dell’U17: ieri non erano iscritti a referto Luigi Dania per l’ormai noto infortunio che lo terrà ancora fermo per qualche settimana, Ousman Ballo, Giancarlo Pasqualini e Davide Mezzabotta. Bisogna sottolineare anche l’esordio tra le fila del Forno a Legna Frinconi di Andrea Del Buono non ancora perfettamente integrato nel gioco fermano, ovviamente, ma che ha già mostrato le sue potenzialità che saranno sempre più importanti nelle gare che seguiranno.

Risultato e prestazione da dimenticare il prima possibile, perché sabato prossimo nella prima partita del girone di ritorno arriverà sempre nel campo della palestra Coni di Fermo, una delle capoliste, il Basket Macerata, che nella partita di andata aveva “maltrattato”, sportivamente parlando, i fermani, che saranno chiamati, quindi, ad una rivincita molto impegnativa.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti