facebook twitter rss

Approvato l’aggiornamento del Piano triennale delle opere pubbliche della Regione Marche.

REGIONE - Baldelli: "Stiamo costruendo una regione capace di realizzare opere strategiche come miglior strumento di sostegno all'economia e una regione che ha finalmente un progetto e una visione complessiva delle infrastrutture e delle opere ambientali".
Print Friendly, PDF & Email

Francesco Baldelli

“Velocità nello scaricare a terra tutte le opere previste, in perfetta coerenza con il pragmatismo impresso dalla Giunta Acquaroli. E’ questo il criterio di fondo del Piano Triennale delle Opere Pubbliche, per far sì che un atto di programmazione diventi un vero e proprio moltiplicatore di sviluppo economico e, al tempo stesso, uno strumento efficace per la messa in sicurezza ed il controllo del territorio”.

E’ il commento dell’assessore alle Infrastrutture e ai Lavori Pubblici Francesco Baldelli in merito all’aggiornamento del Piano Triennale delle Opere Pubbliche approvato oggi dall’Assemblea Legislativa, atto che inserisce ulteriori 9 interventi al programma approvato il 27 aprile scorso, aumentando così i finanziamenti di circa 27 milioni di euro in un anno e superando così quota 124 milioni di euro.

“Ringrazio i consiglieri Assenti e Vitri, relatori rispettivamente di maggioranza e minoranza, per il lavoro svolto e le forze politiche che hanno espresso dichiarazioni di voto favorevole. Questa ampissima condivisione è il premio al cambio di passo e al nostro sforzo di imprimere una maggiore velocità nella messa a terra di finanziamenti destinati alle opere pubbliche in svariati settori, dall’edilizia ospedaliera alle opere idrauliche sui corsi d’acqua, dalle ciclovie alla manutenzione del patrimonio regionale”.

Velocità alla quale va aggiunto un concreto supporto tecnico per la realizzazione delle opere: “Al Piano Triennale – ha aggiunto l’assessore Baldelli – abbiamo affiancato due importanti novità: la prima, già operativa, è il fondo progettazione pari a 5,65 milioni di euro, che la Regione ha stanziato dopo un’assenza nei bilanci regionali di oltre 10 anni, per farsi trovare pronti con progetti subito cantierabili al momento della disponibilità dei finanziamenti; la seconda novità è relativa al potenziamento del dipartimento Infrastrutture, Territorio e Protezione Civile, con un pool di tecnici a supporto dei comuni marchigiani per la progettazione e la realizzazione delle opere”.

In particolare, dei 9 nuovi interventi aggiunti, 6 non erano previsti originariamente e sono stati inseriti per sopraggiunte disponibilità economiche e/o revisione/redazione di progetti, e riguardano:

1. Lavori di manutenzione straordinaria presso l’immobile di viale del lavoro di Jesi inerenti la trasformazione delle aule scolastiche in uffici, per il trasferimento dei dipendenti regionali del centro per l’impiego di Jesi – euro 300.000;

2. Intervento di messa in sicurezza dai fenomeni franosi lungo un tratto della strada regionale dell’Eremo del Sasso – frazione Valleremita di Fabriano – euro 340.970;

3. Intervento di manutenzione straordinaria di un tratto del fiume Misa in prossimità dello stradone Misa nel Comune di Senigallia – euro 170.000;

4. Intervento di sistemazione idraulica per la protezione sponda in erosione del tratto fluviale del fiume Foglia in località Cà Simeone in comune di Piandimeleto – euro 150.000;

5. Lavori di ripristino e consolidamento Briglia di Valrea in Comune di Pergola – euro 200.000;

6. Smaltimento amianto presente negli edifici da demolire nell’ambito della realizzazione della nuova struttura ospedaliera materno/infantile ad alta specializzazione “G. Salesi” in località Torrette nel Comune di Ancona – euro 570.930.

 

A questi interventi se ne sono aggiunti altri 3, di cui un anticipo al 2021 di un’opera prevista al 2022, con modifica dell’importo del progetto relativo all’intervento di regimazione idraulica del bacino del torrente Genica, ramo Santa Veneranda in Comune di Pesaro – 2° stralcio – euro 290.000.

Gli altri 2 interventi previsti per il 2020, invece, sono stati reinseriti per necessità di aggiornamento del progetto, e sono: la realizzazione di un traliccio ad alta quota per le esigenze della protezione civile regionale presso Monte Paganuccio a Cagli – euro 135.000; la ristrutturazione ed allestimento locali per il potenziamento della Server Farm di emergenza della protezione civile regionale a San Benedetto del Tronto – euro 1.053.379.

“L’aggiornamento – ha concluso l’assessore Baldelli – si è reso necessario anche a seguito di alcuni nostri sopralluoghi. Mi riferisco, ad esempio, agli interventi di Piandimeleto e alla Briglia di Valrea, dove la messa in sicurezza delle opere era una priorità assoluta onde evitare gravi danni ai rispettivi siti. Al Salesi, invece, siamo intervenuti nella rimozione dell’amianto per sbloccare rapidamente i lavori del cantiere del nosocomio regionale ed accorciare i tempi di realizzazione dell’importante infrastruttura al servizio della salute dei marchigiani”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti