facebook twitter rss

“Il mondo è come tu lo sogni”: manifestazione per l’orientamento della secondaria di I grado organizzata dall’Isc Fracassetti-Capodarco

E’ in quest’ottica che nella mattina del 21 dicembre l’ISC Fracassetti- Capodarco, organizzerà l’incontro tra i ragazzi e una rosa di persone appartenenti al mondo scientifico, della cultura e dello sport, professionisti impegnati in diversi ambiti disciplinari,
Print Friendly, PDF & Email

 

“Eccoci giunti a quel momento particolare dell’anno scolastico in cui i giovani della secondaria di primo grado si trovano a scegliere come proseguire il proprio percorso di studio. Un passaggio molto difficile e delicato in una fase della vita in cui i ragazzi, entrando nell’adolescenza, iniziano a definire la loro identità. Le nostre scuole si sono proposte agli allievi come luogo di accoglienza e di confronto, di conoscenza e di esperienza, di dialogo e di integrazione, di valorizzazione delle diverse culture, ricercando attraverso tutte le strategie possibili il loro successo formativo, stimolando ciascuno ad esprimere il meglio di sé e a raggiungere gli obiettivi più alti secondo la propria potenzialità. Un percorso articolato, soprattutto in questa particolare fase storica, caratterizzata da profonde trasformazioni che investono la nostra società e che hanno richiesto un continuo adeguamento degli interventi educativi, sempre più personalizzati e tesi a sollecitare una riflessione sulla realtà, su di sé e sui valori irrinunciabili che devono guidare ogni scelta di sviluppo e di progresso. La pandemia, giunta inattesa, ha sconvolto la nostra quotidianità e intaccato la socialità soprattutto dei più giovani, privati per un lungo periodo della scuola in presenza, dell’incontro e della relazione, di quel rapporto speciale e carismatico che lega docente e allievo”.

Cosi la scuola fermana illustra le iniziativa per l’orientamento. Ed è proprio con l’intento di sostenere tutti gli alunni, dopo un periodo che potremmo definire depauperante e di colore grigio, per chi si affaccia ad una scelta di vita e ha diritto a sognare il proprio futuro, che l’ISC FRACASSETTI-CAPODARCO sta organizzando un evento che possa accendere l’animo dei giovani, un’occasione in cui i ragazzi potranno confrontarsi con le esperienze e i percorsi di vita di persone che hanno realizzato un loro “sogno nel cassetto”, che hanno raggiunto i traguardi che si sono prefissati sin da piccoli, o che hanno maturato nel loro percorso scolastico/universitario delle scelte consapevoli.

“Il mondo è come tu lo sogni”, questo il nome dell’appuntamento:  “Perché ciò che ogni individuo può realizzare è esattamente lo specchio del suo stato d’essere, della consapevolezza di sè raggiunta, della responsabilità che è in grado e che è disposto ad assumersi verso se stesso e dunque verso gli altri: il mondo è come noi, con le nostre credenze, convinzioni ed esperienze lo concepiamo, è esattamente il frutto di come noi con la nostra volontà operiamo nella realtà. I ragazzi hanno bisogno non di desiderare, ma di sognare in grande, vanno accompagnati dalla scuola e dalla famiglia innanzitutto ad “essere”, a superare la paura di entrare nel mondo e di mettersi in gioco, vanno guidati a scegliere con il cuore e in coerenza con il proprio sentire, perché la passione, quale che essa sia, è sempre la carta vincente. Ogni persona adulta ha avuto un esempio, una persona che ha toccato le sue corde più profonde facendo scattare quella molla, lo switch della motivazione ad una scelta o ad un cambiamento, la possibilità di una diversa immagine di sé, la scoperta di una nuova disciplina, nuovi occhi per guardare qualcosa di già noto. La Secondaria Fracassetti-Capodarco crede fermamente per questo che ai ragazzi servano dei mentori, esempi positivi che infondano loro fiducia e che incarnino la realizzazione personale raggiunta attraverso la volontà e il coraggio, parola che, come l’etimo latino suggerisce, ha molto a che fare con “cuore”: la forza con cui si persegue una scelta non va presentata come un sacrificio subito o una resilienza, passiva ma come un luminoso atto di volontà”.

E’ in quest’ottica che nella mattina del 21 dicembre l’ISC Fracassetti- Capodarco, organizzerà l’incontro tra i ragazzi e una rosa di persone appartenenti al mondo scientifico, della cultura e dello sport, professionisti impegnati in diversi ambiti disciplinari, che attraverso strade diverse, a volte tortuose, hanno raggiunto con qualche difficoltà o sacrificio, traguardi per loro importanti, uomini e donne soddisfatti di ciò che hanno realizzato sino ad ora e che portano avanti il loro impegno lavorativo con entusiasmo e dedizione. La scuola è in questo modo ancora più vicina ai suoi alunni per aiutarli a capire l’importanza di raggiungere traguardi anche “ambiziosi”, non solo limitandosi a desiderarli, ma volendoli profondamente “con ogni grammo del nostro essere”. L’evento si propone come obiettivo quello di far sperimentare concretamente agli studenti come qualcuno sia riuscito ad approdare all’interno del Cern o all’stituto Nazionale di Fisica Nucleare o ancora al Parlamento europeo, come la matematica e la fisica possano diventare un lavoro, come sia possibile conciliare lo sport agonistico con lo studio, come l’amore per la musica diventi un lavoro, come la passione per l’arte abbia proiettato qualcuno verso il mondo del teatro, e così via. Ogni scelta è quella giusta, quando è giusta per noi: non esistono scuole di serie A o di serie B, ogni sogno deve essere un desiderio ardente e riuscire a realizzarlo non è mai frutto del caso, è sempre il punto finale di un percorso fatto di decisione, costanza ed impegno.

In questo il Dirigente, il professor Emiliano Giorgi, e i docenti vogliono supportare i ragazzi:” A non aver paura di sognare in grande, anche se qualcuno forse dirà loro che i sogni non sono sempre realizzabili e che nella vita è necessario accontentarsi. La scuola secondaria dell’Isc Fracassetti-Capodarco si è sempre impegnata ad insegnare a “sognare”, ma nello stesso tempo a far capire che bisogna lottare, prendersi delle responsabilità per ottenere ciò che si vuole”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti