facebook twitter rss

Maurizio Barbizzi è Maestro del Lavoro, Ubaldi: “Esempio per i giovani”

MONTEGRANARO - E' stato insignito lo scorso venerdì dal prefetto Vincenza Filippi, della “Stella al Merito del Lavoro”, la massima onorificenza in campo  professionale conferita dal Presidente della Repubblica. Il primo cittadino lo ha omaggiato in Comune
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Endrio Ubaldi ha ricevuto nella mattinata di ieri il  concittadino Maurizio Barbizzi, insignito lo scorso venerdì dal Prefetto  Vincenza Filippi, della “Stella al Merito del Lavoro”, la massima onorificenza in campo  professionale conferita dal Presidente della Repubblica, che comporta il titolo di  Maestro del Lavoro.  

Il sindaco, infatti, non avendo potuto partecipare  alla cerimonia personalmente per importanti impegni istituzionali, aveva assistito soltanto in streaming grazie alla disponibilità del Prefetto per portare il suo saluto e quello dell’Amministrazione, ha comunque voluto incontrare il nuovo Maestro del Lavoro, che ha onorato la città grazie all’impegno integerrimo profuso nella sua attività. “E’ sempre emozionate incontrare persone come  Maurizio Barbizzi – ha commentato il sindaco Ubaldi – perché il riconoscimento del loro impegno esalta l’enorme patrimonio di competenze che caratterizza il nostro territorio e la collettività cittadina, oltre a costituire un evidente esempio  morale soprattutto nei confronti dei più giovani. Tali onorificenze, infatti, oltre  all’alto valore simbolico, stanno a testimoniare l’importanza del ruolo dei Maestri del  lavoro che hanno il compito importante di condurre le nostre nuove generazioni  verso una cultura del lavoro che ha radici che vengono da lontano ed è imperniata di  grandi capacità, laboriosità e solida abnegazione”. 

I destinatari di tale onorificenza sono i cittadini italiani che hanno prestato attività  lavorativa ininterrottamente per un periodo minimo di venticinque anni alle  dipendenze della stessa azienda o di trent’anni alle dipendenze di aziende diverse.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti