facebook twitter rss

Sarnano, deliberato l’acquisto del complesso immobiliare “ex-Enel” di Viale della Rimembranza

SARNANO - "Si tratta - spiegano dall'amministrazione del sindaco Luca Piergentili - di una acquisizione al patrimonio comunale estremamente importante e strategica per i futuri sviluppi di Sarnano"
Print Friendly, PDF & Email

 

Il Consiglio Comunale di Sarnano, nell’ultima seduta di ieri, martedì 28 dicembre, ha deliberato l’acquisto del complesso immobiliare sito in Viale della Rimembranza, noto come “ex-Enel”.

Le strutture, realizzate alla fine degli anni ’20 del secolo scorso per ospitare una centrale elettrica, sono state sede degli uffici Enel fino a qualche anno fa, per poi essere dismesse e cedute ad un fondo immobiliare. Il Consiglio Comunale ne ha deliberato l’acquisto al costo di 220.000 euro, con fondi di bilancio.

“Si tratta – spiegano dall’amministrazione del sindaco Luca Piergentili – di una acquisizione al patrimonio comunale estremamente importante e strategica per i futuri sviluppi di Sarnano, trattandosi di edifici posti nell’area di ingresso di Sarnano (zona “Pincio”) ed adiacenti alle ex scuole elementari di Largo Ricciardi. Infatti, contestualmente a tale acquisizione, il Consiglio ha approvato una variazione al piano delle opere pubbliche ed una variazione al bilancio di previsione, prevedendo  un intervento sul complesso “ex-Enel” di 1.100.000 euro, a valere sulle risorse del fondo complementare del PNRR finalizzate agli interventi per le aree del terremoto del 2009 e del 2016, sub-misura denominata “Rigenerazione Urbana”. Tale progetto prevede la riqualificazione dell’ingresso nord del “Pincio”, il ripristino della scalinata storica, del parco e della palazzina servizi “ex-Enel”, che dovrà ospitare temporaneamente gli uffici comunali durante i lavori di miglioramento sismico del Municipio, per poi divenire centro culturale e di socializzazione a supporto dell’immobile ex scuola elementare, da riqualificare anch’essa per diventare la nuova biblioteca comunale, con due sale auditorium, spazi per associazioni e didattici a disposizione delle Università del territorio e centro aggregativo per bambini”.

Il Consiglio Comunale ha altresì approvato una ulteriore variazione al piano delle opere pubbliche e conseguente variazione al bilancio di previsione, prevedendo un intervento per 330.000 euro, a valere sulle risorse del fondo complementare del PNRR finalizzate agli interventi per le aree del terremoto del 2009 e del 2016, sub-misura denominata “Strade Comunali”, destinato al miglioramento dell’accessibilità del centro storico.

“Con tale progetto l’Amministrazione Comunale intende completare tutti i tratti residui delle vie del centro storico ove ancora non è presente la caratteristica pavimentazione in sampietrini, oltre a ripristinare l’antico percorso conosciuto come “la montagnola”, che dalla zona della Picassera saliva nella parte alta del centro storico, impraticabile ormai da decenni. Tali interventi consentiranno così di completare il quadro di riqualificazione del centro storico a cui l’Amministrazione Comunale sta lavorando da anni, nell’ottica di rendere sempre più fruibile, da cittadini e turisti, quello che nel suo complesso è un autentico monumento architettonico medioevale: a titolo esemplificativo si citano le complete ripavimentazioni di Piazza Alta, Piazzetta di Santa Chiara, Picassera, Largo Decio Filipponi, Largo Cesare Battisti, etc..”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti