facebook twitter rss

Biologia con curvatura biomedica, il Liceo Scientifico Calzecchi Onesti attiva il biennio propedeutico, la dirigente Ripari: “Risposta per il territorio”

FERMO - “La finalità - spiega il dirigente scolastico Marzia Ripari - è quella di accrescere le competenze scientifiche attraverso una didattica arricchita anche dall’esperienza del confronto con professionisti che operano giornalmente nel settore medico-sanitario”.
Print Friendly, PDF & Email

La dirigente Marzia Ripari

Da diversi anni, grazie alla collaborazione con l’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Fermo, il Liceo Scientifico “Temistocle Calzecchi Onesti” ha avviato un percorso triennale di potenziamento e orientamento sulla biologia con curvatura biomedica, percorso che punta a rafforzarsi per l’anno 2022-2023. L’istituto fermano, infatti, ha deciso di attivare un biennio propedeutico, strutturato annualmente su un monte di 20 ore nel periodo tra novembre ed aprile, in orario extracurriculare e da remoto. La nuova offerta formativa verrà ufficialmente presentata in occasione dell’Open Day on line, che si terrà domenica 16 e sabato 22 gennaio con orario 16-19.

“La finalità – spiega il dirigente scolastico Marzia Ripari – è quella di accrescere le competenze scientifiche attraverso una didattica arricchita anche dall’esperienza del confronto con professionisti che operano giornalmente nel settore medico-sanitario”.

Queste le materie che caratterizzano il biennio: Primo anno: Microbiologia (biomolecole, cellula procariote, crescita e metabolismo microbico, attività patogena dei microrganismi, virus); Secondo anno: Contenuti di genetica.

“A conclusione di ogni nucleo tematico di approfondimento – rimarca la professoressa Ripari – è prevista la somministrazione di un test di verifica delle competenze acquisite”.

Gli studenti interessati ad una carriera in ambito medico e sanitario, quindi, potranno iscriversi a questa tipologia di corso sin dal primo anno. “Voglio ringraziare l’Ordine per il costante supporto, così come i nostri docenti di scienze naturali. Questo è un passaggio importante, non solo per la nostra scuola ma per tutto il territorio fermano. Un territorio che, soprattutto nella situazione di emergenza che stiamo vivendo, ha sempre più necessità di figure altamente formate e capaci di dare risposte concrete alle esigenze quotidiane”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti