facebook twitter rss

Cesetti replica a Marinageli: “Per il Fermano nessuna risorsa aggiuntiva rispetto a quelle stanziate dalla precedente Amministrazione”

REGIONE - “Purtroppo per Marinageli - spiega Cesetti - la sua fantasiosa lettura del bilancio di previsione 2022-2024 è facilmente smontabile."
Print Friendly, PDF & Email

 

Fabrizio Cesetti

“Il bilancio approvato dalla maggioranza dal centrodestra al governo della regione Marche è il bilancio del nulla, anche per quanto riguarda la provincia di Fermo, perché privo di risorse aggiuntive, di sostanza programmatica e di strategia politica. Insomma, con buona pace dell’incauto consigliere Marinangeli, che tenta di mistificare dinanzi al nulla, il bilancio 2022-2024 non assegna al fermano alcuna risorsa aggiuntiva oltre a quelle stanziate dalla precedente giunta regionale”.

Così il consigliere regionale del Partito Democratico Fabrizio Cesetti replica al consigliere consigliere Marco Marinangeli sugli stanziamenti per la provincia di Fermo previsti dal nuovo bilancio di previsione 2022-2024.

“Purtroppo per Marinageli – spiega Cesetti – la sua fantasiosa lettura del bilancio di previsione 2022-2024 è facilmente smontabile. I 30 milioni di euro per il nuovo Ospedale di Fermo erano già stati stanziati e previsti per l’annualità 2022 dalla giunta Ceriscioli, con il bilancio approvato nel 2019, per finanziare la variante in corso di realizzazione. Stessa cosa per la Lungotenna, finanziata insieme agli altri interventi per la viabilità di adduzione per complessivi 11 milioni, tra cui la rotatoria a San Marco Paludi”.

Cesetti ricorda poi come risalga all’ultimo bilancio della giunta Ceriscioli anche il contributo di 150 mila euro per la ricostruzione del ponte sul fiume Ete, richiesto dal sindaco di Belmonte Piceno, e come le risorse per la difesa della costa elpidiense appartengano alla piattaforma Rendis, che sempre la giunta Ceriscioli aveva richiesto dopo aver stanziato direttamente fondi propri per 4,5 milioni di euro.

“Quindi – sottolinea il consigliere dem – nessuna risorsa aggiuntiva da parte della destra che addirittura, con la sola eccezione dei consiglieri Marcozzi e Pasqui, ha votato contro un emendamento al Defr da me predisposto per la prioritaria ricerca e l’assegnazione di risorse per la realizzazione, l’adeguamento e il potenziamento di opere essenziali allo sviluppo dell’intero territorio del Distretto pelli-calzature Fermano-Maceratese, tra cui la terza corsia dell’ A14, il by-pass lungo la Valdete, dal casello Fermo-Porto San Giorgio alla strada provinciale Pompeiana, il secondo tratto della Mezzina per collegare la Valdaso al nuovo Ospedale di Fermo, la Mare-Monti, la Valliva dell’Ete Morto (Strada del Cappello), l’Intervalliva Tolentino – San Severino Marche – Castelraimondo, il miglioramento della rete provinciale interconnessa tra Fermo e Macerata. Tutti interventi oggi realizzabili grazie ai fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza già ritenuti prioritari all’interno dell’Accordo di Programma per l’area di crisi complessa Fermano-Maceratese stipulato con il governo nazionale”.

“La destra, invece – conclude Cesetti – non ha voluto inserire nel programma del Defr relativo a viabilità e infrastrutture queste priorità, e ciò a dispetto dell’inesistente strategia sbandierata da Marinangeli che, anziché rivendicare risultati rispetto ai quali non porta alcun merito, farebbe bene ad occuparsi dello stato disastroso in cui versa l’organizzazione della sanità nella provincia di Fermo. E dovrebbe farlo con urgenza perché è consigliere del gruppo di maggioranza che esprime l’assessore alla Sanità Saltamartini, il quale porta, tra l’altro, la responsabilità della nomina del nuovo direttore dell’Area Vasta 4. Ecco, Marinangeli faccia qualcosa di davvero utile e, insieme a Saltamartini, smetta di scappare di fronte ai gravi problemi della sanità del fermano, salvo poi riapparire a inaugurazioni di progetti rispetto ai quali né lui, né l’assessore, né il direttore dell’Area vasta possono rivendicare alcuna paternità. Ma evidentemente la dedizione al plagio è l’unica attività che riesce bene a questa maggioranza di destra che sventuratamente governa la Regione Marche”.

 

Bilancio, Marinangeli (Lega): “La Regione investe per salute, economia e infrastrutture fermane”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti