facebook twitter rss

Scopri come ottenere un reddito fino a 30 anni aiutando l’ambiente con Renewable Adventure

GREEN ECONOMY - Grazie alla società di ingegneria sita in viale Trieste 33, a Fermo, nota per aver operato in ben 4 continenti, nel 2022 affittare o vendere terreni per il fotovoltaico sarà molto redditizio. Un impianto fotovoltaico su un terreno agricolo o industriale, con pannelli solari installati a terra, potrà garantire una rendita annuale fino a 2000/4000 euro per ettaro. Cedere il proprio terreno per impianti fotovoltaici a terra o affittando coperture industriali per l’installazione di moduli fotovoltaici potrà offrire anche l’opportunità di liberare il proprio tetto dalla copertura in amianto od ethernit
Print Friendly, PDF & Email

Hai un terreno agricolo di almeno otto ettari o un capannone con copertura in ethernit di almeno 2000 metri quadri? La Renewable Adventure sta cercando proprio te.

Nel 2022 grazie alla società di ingegneria sita in viale Trieste 33, a Fermo, nota per aver operato in ben 4 continenti, affittare o vendere terreni o tetti per il fotovoltaico sarà molto redditizio. Un impianto fotovoltaico su un terreno agricolo o industriale, con pannelli solari installati a terra, potrà garantire una rendita annuale fino a 2000/4000 euro per ettaro. Inoltre, cedere il proprio terreno per impianti fotovoltaici a terra o affittando coperture industriali per l’installazione di moduli fotovoltaici potrà offrire anche l’opportunità di liberare il proprio tetto dalla copertura in amianto o, appunto, in ethernit.

Quella offerta dalla Renewable Adventure è un’opportunità davvero molto interessante. La società offre una consulenza gratuita ed è possibile richiedere ulteriori informazioni sia presso la sede di viale Trento 33 a Fermo, sia contattando il numero +39 389 4382750, sia inviando una mail all’indirizzo info@terrenifotovoltaico.com, sia compilando l’apposito form sul sito terrenifotovoltaico.com.

La Renewable Adventure nasce in Italia, dove si è sviluppata progettando e gestendo la costruzione di numerosi impianti fotovoltaici. Nel 2012, momento in cui il mercato primario si è sostanzialmente concluso a causa fine degli incentivi, ha approcciato il mercato rumeno, aprendo una business unit di costruzione. In Romania, nel triennio 2012-15, la società si è adoperata nella progettazione e nella costruzione di un totale di circa 80 MWp, per poi sviluppare i mercati Uk, Mena, Turchia e Latam arrivando a progettare e costruire oltre 150 MWp.

Ad oggi la Renewable Adventure vanta un track record di circa 1000 MWp in progettazione/servizi di ingegneria ed oltre 250 MWp da loro costruiti (design and build formula/EPC/soft EPC). Il tutto portando avanti una business partnership con due aziende sorelle come la Renergy Power Plants e la Renew-co: la prima impegnata nei servizi di costruzione, la seconda in quelli di sviluppo, ingegneria, advisory. Le due aziende hanno seguito operazioni in 4 continenti costruendo impianti in Europa, Vietnam, Inghilterra, Turchia, Chile e Giordania.

 

Quanto posso guadagnare concedendo il mio tetto o terreno per il fotovoltaico? 

Un impianto fotovoltaico su terreno agricolo o industriale, con pannelli solari a terra, oggi può darti una rendita annuale fino a 2000/4000 euro per ettaro. Invece per impianti fotovoltaici su coperture di capannoni industriali la rendita dipende dal fatto che si debba o meno smaltire l’amianto o l’eternit. In questo secondo caso il vero vantaggio verterebbe sul possedimento di una copertura in eternit o in amianto da smantellare e smaltire. Infatti la Renewable Adventure, in cambio del diritto di superficie per installare i pannelli fotovoltaici, si fa carico di tutte le spese necessarie per lo smantellamento del tetto, la ricostruzione e lo smaltimento dell’eternit o dell’amianto.

Quali sono i requisiti necessari per accedere all’opportunità offerta da Renewable Adventure?

Alcuni esempi di stazioni elettriche di alta o media tensione

La Renewable Adventure cerca cave dismesse, terreni agricoli o industriali con una superficie maggiore di 8 ettari o coperture industriali o agricole con una superficie maggiore di 3000 metri quadrati (minimo 2800 metri quadrati). Per far sì che un terreno venga preso in considerazione in questo tipo di business dovrà rispettare determinati requisiti come l’essere il più possibile pianeggiante od esposto principalmente verso sud, mentre per quanto riguarda le coperture industriali od agricole dovranno essere in regola dal punto di vista urbanistico e staticamente solide. Inoltre sarà estremamente importante che nella zona dove è situato il terreno o la copertura ci sia una stazione elettrica di alta o media tensione e che non ci siano vincoli urbanistici, paesaggistici o ambientali.

Chi si occupa delle autorizzazioni necessarie per installare i pannelli solari sul mio tetto o terreno? 

Nel caso la proprietà superi i sopracitati criteri di selezione, la Renewable Adventure effettuerà un sopralluogo, interamente a sue spese, al fine di valutare da vicino la vocazione per un affitto per il fotovoltaico e si occuperà lei di tutte le pratiche necessarie per affittare il terreno per il fotovoltaico o la copertura industriale.

La soluzione tecnica minima generale (Stmg) riporta al suo interno i costi stimati per la realizzazione della connessione alla rete Enel, la nuova linea da costruire per l’allaccio e il punto preciso dove avviene l’allaccio alla rete elettrica. La soluzione tecnica minima definitiva (Stmd) viene presentata dopo l’accettazione da parte dell’Enel della Stmg e dà il via al progetto definitivo per la connessione dell’impianto fotovoltaico su terreno (agricolo o industriale) o copertura industriale. Il testo integrato delle connessioni attive (Tica) descrive le procedure da seguire per ottenere il permesso di allaccio alla rete elettrica nazionale con successo. Per impianti di piccola taglia od aderenti a coperture si usano la Cila e la Cia, ovvero comunicazioni di inizio lavori (con o senza asseverazione di un tecnico). Il Pas, invece, meglio conosciuto come “Procedura Abilitativa Semplificata” è un iter semplificato per l’installazione di un impianto fotovoltaico. Si ha sostanzialmente una “Dia”, Dichiarazione di Inizio Attività specificatamente ideata per le energie rinnovabili. Infine, l’autorizzazione unica (Au) viene rilasciata dalla provincia e o regione della zona dove si vuole installare l’impianto fotovoltaico ed è necessaria per gli impianti di taglia medio/grande, anche se spesso varia in base al territorio di pertinenza.

Quanto dura un contratto e cosa succede al termine? 

La durata del contratto di affitto per il diritto di superficie è solitamente di 30 anni. Ad ogni modo è necessario valutare ogni caso nello specifico. Alla scadenza dell’accordo il titolare del terreno o copertura rientrerà in possesso del diritto di superficie. Al termine del contratto la Renewable Adventure si impegnerà a smantellare l’impianto fotovoltaico a terra o su copertura. In alternativa se il proprietario del terreno o copertura lo desidera potrà acquistare l’impianto fotovoltaico. Il canone di affitto verrà versato ad ogni inizio del nuovo anno, mentre per quanto riguarda la vendita sarà immediato.

(Spazio promo-redazionale)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti