facebook twitter rss

Addio all’imprenditore Romano Giordani “Un pioniere che si è imposto nel mondo”

CIVITANOVA - Aveva 91 anni ed era stato il fondatore della Tirrena Spa, conceria di fodere per calzature. Il ricordo del sindaco Ciarapica
Print Friendly, PDF & Email

romano-giordani-1-325x178

Romano Giordani

 

Mondo dell’imprenditoria in lutto, è morto a 91 Romano Giordani, fondatore della Tirrena Spa, conceria di fodere per calzature di Civitanova.  «Il nuovo anno 2022 – commenta il sindaco Fabrizio Ciarapica – ha consegnato alla nostra città una gioia ma, purtroppo anche un dolore. La gioia di avere la prima nata in provincia, la piccola Vittoria e un dolore per la scomparsa, avvenuta ieri sera, del grande imprenditore Romano Giordani, che dal 1992 aveva trasferito la propria sede da Montegranaro a Civitanova nella strategica zona autostradale, utilissima per incrementare il flusso dell’export sempre più in crescita».

Giordani – continua Ciarapica – è stato un vero pioniere nel suo settore e nell’immediato dopoguerra aveva intuito che lo sviluppo calzaturiero nella nostra zona sarebbe stato trainante per l’economia locale e si sarebbe imposto a livello mondiale. Grande lavoratore, vero capitano d’impresa, Romano fino a poco tempo fa – quando ha avuto un piccolo incidente – è stato sempre presente in azienda, lucido e con grande visione ha trasferito fin da piccoli ai figli Donatella e Mario la sua stessa passione per il lavoro, fatto di impegno costante e di attenzione verso i propri collaboratori e dai figli ha colto anche le innovazioni che i tempi necessariamente hanno imposto. Mario e Donatella hanno sempre lavorato al suo fianco e con lui sono cresciuti mai dimenticando i valori della nostra terra: il sacrificio, la passione, l’onestà. Esprimo con sincero affetto sia a titolo personale che dell’intera comunità civitanovese, le mie più sentite condoglianze ai figli Donatella e Mario a cui mi sento particolarmente vicino”. I funerali si terranno domani alle 14,30 nella chiesa di Santa Maria ausiliatrice della parrocchia San Marone.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti