facebook twitter rss

Cna Fermo, Tomassini e Migliore: “Bene la campagna vaccinale, l’obiettivo resta scongiurare nuove chiusure”

FERMANO - Il presidente ed il direttore generale dell'associazione degli artigiani puntano il dito sulle prenotazioni vaccinali: "Chiediamo che si regolamentino le prenotazioni con tempistiche adeguate per evitare che ci si ritrovi senza Green Pass: i cittadini hanno bisogno di regole chiare e modalità operative precise per non vedersi scadere la certificazione verde”
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra: Alessandro Migliore e Emiliano Tomassini

L’obiettivo è e resta scongiurare chiusure e lockdown. Quindi bene la campagna vaccinale, come sempre sostenuto dalla CNA, ma con un sistema da settare al meglio per evitare che i disguidi registrati sul territorio nei giorni scorsi si traducano nell’impossibilità reale di lavorare”.

Si apre così il comunicato del Presidente della CNA di Fermo, Emiliano Tomassini, che spiega: “Il rischio, nemmeno troppo velato, è che le persone in attesa della terza dose si ritrovino con le stesse limitazioni di chi decide di non vaccinarsi. E ad oggi non parliamo solo della possibilità di andare, ad esempio, al ristorante, ma piuttosto di poter lavorare, di alzare la serranda del proprio laboratorio. Il sistema di prenotazione non ha agevolato i cittadini, che invece hanno bisogno di regole chiare e modalità operative precise per non vedersi scadere la certificazione verde. Chiediamo che si regolamentino le prenotazioni quindi con tempistiche adeguate per evitare che ci si ritrovi senza Green Pass”.

“Dobbiamo evitare nuove misure restrittive che avrebbero pesanti ricadute negative su imprese e cittadini – aggiunge il Direttore Generale Alessandro Migliore – e la riorganizzazione delle quarantene per chi si è vaccinato è un primo passo verso una gestione che scongiurerebbe lo stallo economico e sociale del Paese”.

“L’economia necessita ancora di supporto – chiosa infine Tomassini – e sarebbe utile se dalle istituzioni arrivasse un segnale concreto con la proroga di una serie di strumenti emergenziali, dalla cassa integrazione con causale Covid, alla moratoria sui prestiti e alle garanzie pubbliche”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti