facebook twitter rss

Al volante con un tasso alcolemico otto volte sopra il limite: inseguito e denunciato dalla Polizia

FERMO - La patente di guida gli è stata ritirata per il successivo provvedimento di sospensione della validità e la decurtazione dei 10 punti previsti. Inoltre, in considerazione del fatto che l’uomo, malgrado i continui inviti degli agenti, non indossasse la mascherina di protezione per la difesa delle vie respiratorie e per il contrasto alla diffusione dell’epidemia, è stato sanzionato per la violazione delle specifiche disposizioni. Infine è stato sanzionato amministrativamente per il mancato uso delle cinture di sicurezza alla guida
Print Friendly, PDF & Email

Al volante con un tasso alcolemico di circa 8 volte superiore a quello consentito dal codice della strada: bloccato, denunciato e sanzionato dalla Polizia.

Nella sera di ieri, a seguito di una segnalazione pervenuta alla Sala operativa della Questura, l’equipaggio della Volante in servizio di controllo del territorio nel comune di Fermo ha attivato le ricerche di una utilitaria che era stata vista percorrere una via nei pressi del centro cittadino effettuando manovre pericolose. Giunti sul posto indicato, gli agenti della Polizia di Stato hanno visto la vettura segnalata regolarmente parcheggiata e nei pressi del veicolo un uomo di circa quarant’anni, subito identificato. L’uomo, in evidente stato di ebbrezza alcolica manifestata da difficoltà nel parlare e nel muoversi, ha farfugliato frasi incomprensibili sostenendo comunque di essere lì per fare una passeggiata ma che stava rientrando presso la sua abitazione poco distante.

I poliziotti lo hanno ulteriormente invitato a non mettersi alla guida in quelle precarie condizioni psicofisiche e solo quando l’uomo si è allontanato a piedi, hanno ripreso il servizio di pattugliamento. A distanza di alcune centinaia di metri, durante un posto di controllo, gli agenti della Polizia di Stato hanno visto la vettura già segnalata che transitava davanti a loro e dopo un breve inseguimento l’hanno fermata. Alla guida vi era la persona identificata in precedenza sempre in precario stato di lucidità, la quale, dopo i primi accertamenti, è stata accompagnata dai poliziotti in ospedale sia per eventuali cure sia per il controllo del tasso alcolemico al quale il conducente si è sottoposto spontaneamente.
L’esito delle analisi ha evidenziato un tasso otto volte superiore a quello ammesso per la conduzione dei veicoli e, di conseguenza, l’uomo è stato segnalato alla Procura della Repubblica per il reato di guida in stato di ebbrezza. La patente di guida è stata ritirata per il successivo provvedimento di sospensione della validità e la decurtazione dei 10 punti previsti.
Inoltre, in considerazione del fatto che l’uomo, malgrado i continui inviti degli agenti, non indossasse la mascherina di protezione per la difesa delle vie respiratorie e per il contrasto alla diffusione dell’epidemia, è stato sanzionato per la violazione delle specifiche disposizioni. Infine è stato sanzionato amministrativamente per il mancato uso delle cinture di sicurezza alla guida. La vettura che guidava non è stata sottoposta a sequestro in quanto di proprietà di un’altra persona che ha provveduto a recuperarla. La Polizia di Stato rinnova la raccomandazione di non mettersi alla guida se non si è in perfette condizioni psicofisiche e soprattutto dopo aver assunto bevande alcoliche il primo effetto delle quali è ridurre notevolmente la capacità di reazione in caso di necessità ed emergenza.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti