facebook twitter rss

Scuola media di Capodarco, in arrivo nuovi spazi in via Aleandri

FERMO - Il sindaco Calcinaro e l'assessore Di Felice: «E' l’inizio di un’importante operazione urbanistica che darà spazi nuovi, moderni e sicuri agli alunni della media di Capodarco»
Print Friendly, PDF & Email
Più di 200 metri quadri di spazi, nei pressi della locale scuola media, che saranno adibiti per gli alunni del plesso di Capodarco, entro l’anno, come laboratori e per l’attività didattica. Sono entrati, infatti, nella disponibilità del patrimonio del Comune i locali, al piano terra di un immobile di via Aleandri del quartiere fermano, dopo la cessione da parte di un privato all’Ente pubblico.
La Giunta Comunale nei giorni scorsi, con delibera, ha adottato le modifiche delle Norme di attuazione del Piano Regolatore Generale per l’”Area Progetto 81 – Capodarco est”, che danno così il via libera alla cessione degli spazi, destinati alla collettività.
«E’ l’inizio di un’importante operazione urbanistica che darà spazi nuovi, moderni e sicuri agli alunni della media di Capodarco – le parole del sindaco Paolo Calcinaro – ma che porterà anche ad una riqualificazione con il rifacimento dell’asfalto di via Aleandri. Dunque, un passo veramente importante per il quartiere».
“Siamo molto lieti di questi locali che diventano del Comune e che mettiamo nella disponibilità della scuola media di Capodarco, andando incontro così alle esigenze di spazio sempre più importanti e necessari per l’attività scolastica, anche in considerazione di questo periodo storico – ha detto l’assessore all’Urbanistica Mariantonietta Di Felice.  Crediamo che questo rappresenti l’attuazione concreta dell’azione della pubblica amministrazione, ovvero andare incontro ai cittadini in questo caso ai giovani per il loro futuro. Un’azione che ha trovato la sua realizzazione con la collaborazione del privato, in una sinergia d’intenti convogliata proprio a beneficio della città».
Su Capodarco, inoltre, come si ricorderà, l’Amministrazione Comunale già lo scorso anno aveva concesso la possibilità di poter godere degli incentivi dei bonus in edilizia per le abitazioni del centro storico, insieme a quelle di Montemarino. La Giunta Comunale, infatti, deliberando nel 2021 la modifica delle norme tecniche di attuazione del Prg, aveva di fatto sbloccato e dato il via libera agli interventi di recupero e riqualificazione in questi due tessuti storici al fine di incentivare interventi di recupero sul patrimonio architettonico, in particolare sugli aspetti funzionali, scoraggiandone il progressivo degrado, che prima erano esclusi, non essendo disciplinati da alcun piano particolareggiato di dettaglio, ma regolati da normative nazionali e regionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti