facebook twitter rss

Dirige l’orchestra Orazio Pannitteri: è pari tra Fermana e Gubbio

SERIE C - I canarini, sotto nella prima frazione, trovano il pari con il baby ex Vis Pesaro e mantengono l’imbattibilità casalinga sotto la guida di mister Riolfo. Al 93’ Sarau fallisce il matchpoint calciando alle stelle un calcio di rigore
Print Friendly, PDF & Email

 

FERMO – Dall’Ariston di Sanremo al “Recchioni” di Fermo. Nel recupero della seconda giornata del girone di ritorno, in contemporanea con  la seconda serata del Festival della musica italiana, è Orazio Pannitteri, fresco di rinnovo, a dirigere l’orchestra gialloblù ed a regalare un punto alla formazione di viale Trento. Il Gubbio, in vantaggio già dopo 8 minuti, stona nell’extratime sprecando con Sarau un calcio di rigore che avrebbe regalato i tre punti ai rossoblù.

IL TABELLINO

FERMANA 1 (3-4-2-1): Ginestra, Blondett, Urbinati, Scrosta; Rossoni, Mbaye (63’ Capece), Graziano (46’ Panniteri), Sperotto; Bugaro (63’ Cognigni), Frediani (91′ Alagna) ; Marchi (82′ Tassi). All. Riolfo

GUBBIO 1 (4-3-1-2): Ghidotti; Tazzer, Signorini (93′ Bonini), Redolfi, Formiconi; Di Noia (67 ‘Fantacci), Malaccari, Bulevardi; Arena (86′ Magni), D’Amico (67’ Sainz Maza), Sarau. All. Torrente

RETI: 8’ Arena, 55’ Pannitteri

ARBITRO: Valerio Crezzini della sezione di Siena; assistenti Carmine De Vito di Napoli e da Emanuele Fumarulo di Barletta; quarto ufficiale Erminio Cerbasi di Arezzo

NOTE: ammoniti Marchi, Sperotto, Urbinati,Mbaye, Pannitteri, Di Noia. Espulso Blondett al 93′. Recupero +4’ +5’. Spettatori 430 di cui 166 abbonati. Incasso complessivo 2150€ (rateo abbonati 527,67 euro)

LA CRONACA

Al 2’ subito grande occasione per i canarini, con Sperotto che crossa in area per l’accorrente Rossoni, il cui destro al volo si spegne sopra la traversa. Gli umbri alzano il baricentro e alla prima occasione passano: Arena scappa via alla marcatura della difesa gialloblù e con il sinistro realizza.

Al 16’ ci prova Sperotto con un gran diagonale al volo, ben respinto da Ghidotti: due giri di lancette più tardi altra occasione per gli egubini, con Tazzer che di sinistro centra il palo.

Nella ripresa subito forcing canarino e al 55’ ecco il pari: Pannitteri è il più lesto di tutti sotto porta ad appoggiare in rete il gol del pari. Al minuto 62 discesa dirompente di Pannitteri, che rientra e calcia col sinistro, para Ghidotti. I canarini ci provano, ma è il Gubbio ad essere più pericoloso nel finale: al minuto 89′ è prodigioso Ginestra sul colpo di testa di Bulevardi. 

Al 93′ episodio clou: l’arbitro vede un fallo di Blondett in area e lo espelle, decretando il calcio di rigore per il Gubbio. Dal dischetto Sarau calcia alle stelle. Finisce dunque così, con un punto per parte.

LE DICHIARAZIONI DI MISTER RIOLFO

«È un punto che premia la squadra per quanto fatto e per lo spirito messo in campo fino alla fine – ha esordito il tecnico gialloblù nell’immediato post partita -. Oggi non era facile: siamo partiti bene, ma poi il Gubbio ha approfittato di un errore del nostro laterale sinistro che è risultato pesare come un macigno. Nella ripresa abbiamo cambiato sistema di gioco ed abbiamo cercato di essere più aggressivi e siamo stati bravi a crearci la situazione del gol di Pannitteri. In quel momento, sulle ali dell’entusiasmo, abbiamo provato a creare nuove situazioni ma nel finale avevamo speso tanto e, complice l’assenza di ricambi, ci sono mancate le energie per portarla a casa. Bravi Urbinati, Rossoni e Sperotto a reggere la fase difensiva fino alla fine. Il rigore? Non ho visto se ci fosse o meno, ma Ginestra con la forza del pensiero ha fatto in modo che portassimo a casa un punto. Ora dobbiamo guardare avanti con entusiasmo, ottimismo e fiducia e di conseguenza i punti arriveranno».

l. n.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti