facebook twitter rss

Sanremo, Mauro Leoni ai saluti: «Viva la musica, ho già prenotato per l’anno prossimo» (Video)

SANREMO «Cala il sipario sul Festival che verrà ricordato per gli ascolti record. Non accadeva dal 1995. Forse verrà ricordato come il Festival della ripartenza. Hanno vinto Mahmood e Blanco, seconda Elisa e terzo Morandi. Bene, anche perché non c'è musica bella o brutta, la musica è di chi la ascolta. Viva il festival della canzone italiana, viva la musica italiana. Ho già prenotato per l'anno prossimo»
I saluti di Mauro Leoni dal Festival di Sanremo

Mauro Leoni

di Francesca Maria Mori

«Buongiorno amici». Mauro Leoni è arrivato ai saluti direttamente da davanti al teatro Ariston di Sanremo dove ieri sera si è concluso il 72esimo festival della canzone italiana.
«Devo andare ancora a dormire. Non pensavo di riuscire a realizzare tanti servizi e a scattare così tante fotografie per il momento che stiamo vedendo. Ma è accaduto il bello, nella massima sicurezza. Ringrazio Rai Uno, il comune di Sanremo, CasaSiae, CasaSanremo, Radio FM1, storica radio di Fermo, Cronache Fermane».

«Tra vincitori e vinti, abiti glamour e bouquet di fiori è calato, dunque, come sempre il sipario sul Festival 2022, che verrà ricordato oltre che per gli ascolti record (che non si verificavano dal 1995), per l’edizione della ripartenza dopo la pandemia, come simboleggiava il tunnel della scenografia del palco dell’Ariston disegnata da Gaetano Castelli. E mentre nelle radio di tutta Italia i brani in gara hanno il predominio sulla rotazione musicale, nei piani alti di Via Mazzini si inizia a pensare già alla prossima edizione. Infatti dalla conferenza stampa di chiusura qui a Sanremo, Amadeus è di nuovo in pole per la conduzione del suo quarto festival, a meno che non rinunci all’incarico, cosa poco probabile. Dall’altro lato invece c’è il Comune di Sanremo che sta visionando alcuni progetti per la realizzazione del tanto atteso Palafestival, che darebbe alla kermesse canora una collocazione internazionale a partire dal 2024. Insomma il Festival di Sanremo che ha sempre rappresentato gli usi e costumi della nostra bella Italia attraverso i testi delle canzoni, si avvia così verso un futuro migliore, portando con sé una storia che dura da 72 anni ricca di  magia che non va dimenticata insieme a tutti i suoi protagonisti. Viva il festival della canzone italiana, viva la musica italiana. Ho già prenotato per l’anno prossimo».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti