facebook twitter rss

Ciclista investito, la Polizia locale identifica e denuncia l’automobilista

SANT'ELPIDIO A MARE - L'incidente è avvenuto lungo la sp Faleriense lunedì scorso. L'investitore è un uomo di circa 70 anni. «Ora è accusato di lesioni personali stradali gravi, omissione di soccorso e fuga»
Print Friendly, PDF & Email

 

É stato identificato e denunciato l’uomo che nella mattinata di lunedì, stando alla ricostruzione della Polizia locale di Sant’Elpidio a Mare, avrebbe travolto un ciclista di circa 50 anni anni che pedalava lungo la provinciale Faleriense, proprio nel territorio di Sant’Elpidio a Mare.
L’incidente è avvenuto a metà mattinata all’altezza del distributore di carburanti “Cardinali” e il ciclista vittima dell’investimento ha riportato gravi conseguenze a causa della rovinosa caduta successiva all’impatto.

«Sono stati gli agenti della Polizia Locale, coordinati dal comandante Stefano Tofoni, avvertiti di quanto accaduto nel primo pomeriggio, a risalire all’automobilista che dopo l’incidente era scappato senza fermarsi. Si tratta – fanno sapere dal Comune – di un uomo di circa 70 anni residente nel Fermano. Ora è accusato di lesioni personali stradali gravi, omissione di soccorso e fuga. Dopo l’incidente, infatti, l’investitore – la ricostruzione del Comune – ha proseguito la marcia a bordo della sua auto senza prestare aiuto al ciclista e senza allertare i mezzi di soccorso.
L’acquisizione delle immagini dagli impianti di videosorveglianza presenti nel territorio comunale e delle informazioni rese da persone che hanno assistito all’accaduto hanno consentito la ricostruzione del fatto e la successiva trasmissione della notizia di reato all’autorità giudiziaria».

«L’investimento sulla video sorveglianza, che rinnoviamo di anno in anno per potenziare il servizio nel territorio, ancora una volta si è dimostrato di fondamentale importanza – dice in merito il sindaco, Alessio Terrenzi – Attualmente disponiamo di oltre cento punti di videocontrollo, tutti collegati alla centrale operativa presso gli uffici di Polizia Locale, fondamentali non solo come deterrente per comportamenti irrispettosi della cosa pubblica ma anche per il controllo della circolazione stradale e, come avvenuto in questo caso, per risalire ad eventuali responsabili di comportamenti scorretti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti