facebook twitter rss

Dall’outdoor al wedding: Sarnano presenta le novità della sua offerta turistica alla Bit di Milano

MILANO/SARNANO - Nel corso delle tre giornate lo staff sarnanese ha lavorato per promuovere la variegata offerta turistica del territorio, dagli ambiti già consolidati come lo sport, le attività outdoor, il benessere, le terme e la montagna, a settori ancora in via di sviluppo, in particolare quello del wedding
Print Friendly, PDF & Email

Anche quest’anno il Comune di Sarnano è stato presente con un desk all’interno dello stand della Regione Marche alla Bit – Borsa Internazionale del Turismo che si è tenuta a Milano dal 10 al 12 aprile. Nel corso delle tre giornate lo staff sarnanese ha lavorato per promuovere la variegata offerta turistica del territorio, dagli ambiti già consolidati come lo sport, le attività outdoor, il benessere, le terme e la montagna, a settori ancora in via di sviluppo, in particolare quello del wedding, instaurando un proficuo dialogo con altri enti, operatori turistici, consorzi e associazioni di settore. In rappresentanza dell’Amministrazione Comunale erano presenti il sindaco Luca Piergentili e dall’Assessore alla Cultura Stefano Censori che hanno partecipato a numerosi incontri promossi dalla Regione Marche e sono stati protagonisti della presentazione di diversi progetti. 

«Sarnano, insieme ai comuni di Bolognola, Castelsantangelo, Fiastra, Montefortino, Montegallo, Montemonaco e Ussita, ha siglato un accordo con l’obiettivo di definire un prodotto turistico di qualità e sostenibile dal punto di vista naturalistico ed economico. Questo protocollo sarà alla base della costituzione del primo Distretto Turistico dei Sibillini» spiega il sindaco Luca Piergentili. «Altro punto di fondamentale importanza è il cicloturismo. Alla Bit sono stati presentati i nuovi sviluppi del progetto Noi Marche Bike Life, a cui Sarnano ha aderito fina dalla sua creazione, ma sono state introdotte anche delle novità. Una di queste è la corsa ciclistica Adriatica- Ionica Race organizzata da Moreno Argentin che partirà da Castelraimondo per arrivare ad Ascoli Piceno e l’8 giugno passerà per Sarnano dove avrà sede il gran premio della montagna. Dato il successo della stagione invernale, non poteva mancare neanche lo sci. Ne abbiamo parlato con i responsabili di Scimagazine, la rivista specializzata più letta in Italia, la bibbia del mondo dello sci che tratta la materia a 360 gradi, dallo sport al turismo. Quello che più ha colpito i nostri interlocutori è la peculiarità paesaggistica delle nostre piste, dove è possibile sciare guardando il mare. Anche l’assessore Regionale Guido Castelli, visto l’interesse raccolto dal nostro comprensorio, ha garantito il sostegno della Regione Marche per la promozione della prossima stagione».

Tra gli incontri di rilievo ci sono stati anche quelli dedicati allo sport agonistico. «In fiera si è parlato dell’accordo tra il Comune di Sarnano e la Federazione Italiana Scherma» continua Piergentili. «Abbiamo già ospitato tre ritiri degli Azzurri e delle Azzurre del fioretto che proseguiranno ad allenarsi periodicamente a Sarnano fino alle Olimpiadi di Parigi 2024. Significativo anche l’incontro con le atlete delle Farfalle, la nazionale di ginnastica ritmica. Presto, infatti, il palasport di Sarnano ospiterà due gare di livello nazionale: dal 20 al 22 maggio la finale nazionale di squadra Allieve Gold 1-2-3, dal 12 al 13 novembre la finale nazionale del campionato individuale Allieve Gold 1-2-3. Inoltre, durante la conferenza stampa si è parlato dei cinquanta eventi sportivi più importanti delle Marche tra cui anche il Trofeo Scarfiotti che si svolgerà a Sarnano dal 29 aprile al 1° maggio».

 

Centrale anche il turismo culturale con la promozione dei musei, del centro storico, che fa parte dei Borghi Più Belli d’Italia, e degli eventi. «Da anni Sarnano investe dal punto di vista economico e umano per creare un’offerta di eventi culturali di qualità» spiega l’assessore alla Cultura Stefano Censori. «Alla BIT è stata presentata anche la seconda edizione di Marchestorie, il festival che, attraverso lo storytelling e lo spettacolo dal vivo, valorizza i borghi delle Marche, e a cui Sarnano ha preso parte fin dagli inizi. Abbiamo colto l’occasione anche per rinnovare il dialogo con Lonely Planet Italia e proseguire la collaborazione che ha già visto l’inserimento di Sarnano nel podcast del prestigioso magazine. Inoltre, abbiamo intrapreso una collaborazione tra il Comune di Sarnano e il Comune di Fermo per promuovere le nostre iniziative di accoglienza turistica che si concretizzerà nei prossimi giorni con la firma di un protocollo di intesa». 

Al desk dedicato ai prodotti tipici, presente anche un’eccellenza gastronomica sarnanese: i salumi Monterotti, da anni partner della Regione Marche.

 

Infine, quest’anno si è puntato anche al settore wedding con un progetto in collaborazione con l’associazione Le Sibille del Borgo, creata da tre imprenditrici del territorio: Emanuela Leli, Brunella Trisciani e Giovanna Valentini. «Alla BIT abbiamo presentato gli interventi in programma per valorizzare Sarnano in modo che sia fruibile anche come location per matrimoni e cerimonie che generano un importante indotto economico sul territorio» aggiunge il sindaco Luca Piergentili. «Con questa presentazione abbiamo concluso tre giorni intensi, ricchi di incontri proficui: da anni l’Amministrazione Comunale è impegnata nello sviluppo dell’offerta turistica sarnanese e riteniamo che momenti di networking internazionali come la Bit siano imprescindibili non solo per promuovere il territorio, ma anche per creare nuove occasioni di crescita, confrontarsi con altre realtà e raccogliere spunti preziosi». Presentato il progetto ‘Sarnano in ogni senso, Wedding Destination’. Il progetto, di fatto già avviato, è a cura della società ‘Le Sibille del borgo’, esempio di imprenditoria tutta al femminile. Tre imprenditrici, Emanuela Leli, Brunella Trisciani, Giovanna Valentini, già titolari di attività commerciali e turistiche, condividendo l’amore per il territorio si sono unite per dare corpo e forma al sogno di valorizzare uno dei borghi più belli d’Italia, Sarnano. «Il progetto – concludono dal comune montano – prevede la rigenerazione del centro storico attraverso riaperture di dimore antiche, taverne e botteghe in una visione 4.0 con eventi culturali e spazi emozionali, contenitore ideale affinché Sarnano diventi una Wedding Destination. Il progetto è volto a portare incremento occupazionale e demografico in sinergia con gli operatori economici e le molte associazioni  presenti sul territorio profondamente segnato  dal terremoto prima e dalla pandemia dopo. Ottima la collaborazione tra pubblico e privato,  fondamentale per il successo di questa iniziativa».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti