facebook twitter rss

Spiritualità e fede nel cuore dei Sibillini grazie alla delegazione giunta dall’Università Europea di Roma

AMANDOLA - Oltre 40 le figure arrivate dall'ateneo capitolino sin nell'entroterra di provincia, in prossimità della Pasqua, per visitare anziani e ragazzi in attesa di ricevere i sacramenti della Comunione e della Cresima. Celebrate diverse funzioni religiose, per momenti di sincera partecipazione vissuti grazie al ruolo di mediazione svolto da Federico Alberto Marini, metaforico Ambasciatore dell'area montana in ogni angolo d'Italia
Print Friendly, PDF & Email

Federico Alberto Marini insieme alle suore dell’ateneo romano giunte, con il resto della spedizione capitolina, ad Amandola. Tra loro Enrico Trono, Cecilia Bayon e Carolina Dorantes consacrate del Regnum Christi

di Giuseppe Barboni 

Fertile la collaborazione intrattenuta da sempre con l’Università Europea di Roma, ente a vantare al suo interno l’Ateneo Apostolarum (con oltre 1000 studenti inseriti nel relativo corso di Scienze Religiose), da parte dell’ambasciatore dei monti fermani, Alberto Federico Marini.

Il cappellano accademico, Padre Nicola Tovagliari, insieme ai ragazzi devoti ad approfondire i temi e la fede per il Cristianesimo presso i corsi capitolini, durante i giorni che ricordano la Passione di Cristo onorano ogni anno la prassi consolidata di visitare i bambini prossimi a ricevere il sacramento della Comunione e della Cresima, nonché gli anziani delle medesime località prescelte.

Per le festività correnti, la folta delegazione ha scelto Amandola come sito per celebrare la Pasqua 2022, ed è composta da 40 universitari generici, due suore consacrate, quattro studenti ecclesiastici e due parroci, tra cui per l’appunto Padre Nicola. Delegazione che per la circostanza annuale ha scelto appunto di visitare il cuore dei Sibillini fermani, giungendo nella giornata di mercoledì 13 per ripartire la mattina di domani, giorno pasquale. Amici accolti da Don Paolo e Don Cristian, nonché dal sindaco Adolfo Marinangeli, forti dell’invito formulato da Federico Alberto Marini. 

Durante la permanenza gli stessi hanno celebrato la Santa Messa presso diverse chiese di campagna dislocate per il territorio sibillino, mentre nella prima serata di ieri, venerdì 15, ecco a svolgersi un concerto di musica sacra, presso la Chiesa di Sant’Agostino, dopa la canonica processione del venerdì Santo. «Musica e versi tipici agganciati alla festività pasquale – il commento di Marini -. Si è trattato di un bellissimo e toccante evento, incastonato tra più giornate di fervente partecipazione emotiva. Ieri sera ogni partecipante ha collocato un lumino attorno alla Croce allestita per il momento di preghiera, insieme all’impronta del proprio piede apposta sulla sabbia posta alla base e, infine, deponendo in loco un piccolo sasso ornato di una frase sacra».

 

Fotogallery

Alcuni dei momenti vissuti ad Amandola dalla delegazione di religiosi arrivata dall’ente universitario capitolino fino al concerto di musica sacra svolto nella prima serata di ieri


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti