facebook twitter rss

La vela torna protagonista a Porto San Giorgio con il Melges World League. Loira: «Occasione per riscoprire l’importanza del porto»

PORTO SAN GIORGIO - Questa mattina, presso la sala riunioni dell’Osteria del Porto, è stato presentato il Melges World League. L'evento organizzato dalla Melges Europe, dalla Lega Navale di Porto San Giorgio, dalla Marina di Porto San Giorgio e patrocinato dal Comune. Presenti all'appuntamento il sindaco, Nicola Loira, il consigliere regionale, Marco Marinangeli, il tenente di Vascello, Cristiano Caluisi, Renato Marconi, amministratore del gruppo Marinedi, Carlo Iommi, presidente della Lega Navale di Porto San Giorgio, e Luisa Bambozzi, presidente Melges Europe
Print Friendly, PDF & Email

 

di Alessandro Luzi

Questa mattina, presso la sala riunioni dell’Osteria del Porto, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del Malges World League: format di regate a circuito che, da oltre un decennio, accoglie sui propri campi di regata in Mediterraneo, Nord America e Giappone, tutti i migliori velisti del mondo. A Porto San Giorgio, da oggi, 5 maggio, a domenica 8 maggio, si terrà la seconda tappa di questo importante evento su scala mondiale. «Questa esperienza contribuisce a restituire il ruolo di centralità al porto di Porto San Giorgio – esordisce il sindaco, Nicola Loira -. È un’occasione per far riscoprire l’importanza di questa infrastruttura al tutto il territorio, provinciale e regionale. Il porto deve diventare il punto di riferimento per questi eventi di primissimo ordine sul piano internazionale. Sono un patrimonio per la nostra città e mi auguro che li sappia accogliere». Dello stesso avviso è anche il consigliere regionale di maggioranza, Marco Marinangeli: «Per i sangiorgesi questa manifestazione deve essere motivo di orgoglio e soddisfazione. Per l’amministrazione regionale lo sport e la cultura sono elementi fondamentali per promuovere il territorio dal punto di vista turistico. Non a caso abbiamo scelto come testimonial il Ct della Nazionale, Roberto Mancini. Lo sport deve incentivare il turismo. Non abbiamo grandi città ma tante cose da offrire come il patrimonio culturale, sportivo e paesaggistico. La nostra regione è capace di regalare emozioni inenarrabili, in 40 chilometri si va dal mare ai monti pertanto dobbiamo sfruttare tale caratteristica. E poi ci sono le infrastrutture, questo porto ha delle potenzialità infinite e tutti dobbiamo contribuire a valorizzarlo».

A solcare il mare sangiorgese saranno le imbarcazioni della Melges. L’azienda ha sede negli Stati Uniti d’America ed vanta di oltre 75 anni di vita. Nasce dall’ispirazione e dallo spirito pioneristico di Buddy Melges, grande campione di vela. Negli anni, parallelamente alla produzione di questi scafi, vennero istituiti giri di regate per permettere ai loro possessori di competere ad armi pari. Ad oggi il Melges World League è il punto di riferimento mondiale per i campioni di questo sport. Un circuito che nel tempo ha toccato alcune tra le migliori location mondiali per la vela da regata ed oggi torna in Adriatico per il secondo appuntamento del 2022. «Ritenevamo la Marina di Porto San Giorgio adatta a questo evento – afferma Renato Marconi, amministratore unico del Gruppo Marinedi -. Il nostro obiettivo consiste nel riportarla ai livelli dei primi anni ’90. È un lavoro che stiamo affrontando da due anni e vogliamo concluderlo entro il 2023. Si alza finalmente il sipario sul Melges World League, su cui abbiamo lavorato con entusiasmo, in sinergia con l’organizzazione e gli altri soggetti coinvolti. Da parte nostra offriremo a tutti gli atleti, all’organizzazione e al seguito, i comfort ed i servizi di altro livello impiegati dalla Marinedi». Ad occuparsi della scurezza sarà proprio la Marina di Porto San Giorgio «Siamo riusciti a fornire un piano della sicurezza adeguato anche grazie al supporto della Lega Navale – fa sapere il tenente di Vasello, Cristiano Caluisi -. In questi anni l’attività della Guardia Costiera è stata intensissima. Questo evento favorisce lo sport velico ed accresce la cultura del mare nel territorio limitrofe». La Lega Navale compie 100 anni e sicuramente il Melges World League è un modo per festeggiare questa importante ricorrenza. A sostenerlo è Carlo Iommi, presidente della Lega Navale di Porto San Giorgio: «Per noi è un onore organizzare questa manifestazione insieme alla Melges. Sono 100 anni che ci occupiamo di vela e canottaggio, e siamo tra le poche associazioni a non aver mai interrotto la sua attività, nemmeno durante un evento catastrofico come la Seconda Guerra Mondiale. Mi auguro di fare il meglio insieme a tutti i nostri compagni di viaggio e di rimanere nel circuito anche i prossimi anni». A concludere l’appuntamento è Luisa Bambozzi, presidente Melges Europe: «Siamo contenti di essere qui. Ci sono tutte le premesse per la buona riuscita delle regate. Abbiamo un seguito internazionale quindi non mancheremo di promuovere la località di Porto San Giorgio in giro per il mondo. Speriamo sia il primo appuntamento di una lunga serie».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti