facebook twitter rss

Sutor ko con la capolista Roseto: si giocherà la salvezza ai playout contro Cesena

SERIE B - Al PalaMaggetti i veregrensi cedono per 83-66 chiudendo la regular season al penultimo posto. I calzaturieri hanno dovuto rinunciare a Montanari sempre per il solito problema muscolare a quale si è aggiunto anche Korsunov uscito dal campo dopo 2’ per una distorsione al ginocchio da valutare. Coach Cagnazzo: «Fiducioso per la salvezza, ma dovremo valutare gli infortuni per potercela giocarcela alla pari»
Print Friendly, PDF & Email

ROSETO – Si è chiusa con una sconfitta contro la Capolista Liofilchem Roseto la stagione regolare della Sutor Montegranaro che al PalaMaggetti ha ceduto per 83-66. Con questo punteggio, la squadra di Cagnazzo chiude la regular season al penultimo posto e affronterà nel playout per non retrocedere i Tigers Cesena con la prima sfida che si giocherà domenica prossima in trasferta.

I calzaturieri hanno dovuto rinunciare a Montanari sempre per il solito problema muscolare a quale si è aggiunto anche Korsunov uscito dal campo dopo 2’ per una distorsione al ginocchio da valutare. Si è rivisto però tra i 12 anche Alberti e questo fa ben sperare per le prossime gare contro Cesena.

IL TABELLINO

LIOFILCHEM ROSETO 83: Gaeta 3, Zampogna ne, Di Emidio 6, Bassi 7, Mei 8, Ruggiero 5,  Mariani ne, Pastore 14, Mraovic, Amoroso 14, Di Carmine 13, Serafini 13. All. Quaglia

SUTOR MONTEGRANARO 66: Masciarelli 19, Galipò13, Montanari ne, Angellotti 6, Korsunov ne, Alberti ne,  Re 9, Ambrogi ne, Verdecchia, Mariani, Botteghi 8, Crespi. 11 All. Cagnazzo

ARBITRI: De Rico di Venezia e Rodi di Vicenza

NOTE: Parziali: 24-16, 45-35, 64-50. Tiri liberi: Liofilchem 13/13, Sutor 15/19. Tiri da 3 punti: Liofilchem 10/26, Sutor 9/20. Rimbalzi: Liofilchem 35, Sutor 31

LA CRONACA

Dopo un avvio equilibrato, 6-6 al 3’ e 10-11 al 5’, Roseto ha inserito la marcia giusta e questo ha portato la compagine di Quaglia a chiudere il primo periodo avanti 24-16.

Nel secondo quarto la partita è tornata in equilibrio con la Sutor che provava a restare agganciata al treno della Liofolchem, 29-23 al 13’ dopo un canestro di Masciarelli. Roseto toccava anche il più 11 37-26 con la Sutor pronta a piazzare un parziale di 0-4 per il 37-30 al 16’ grazie ad un canestro di Galipò. Al riposo lungo gli abruzzesi però erano ancora avanti di 10 lunghezze, 45-35.

Al ritorno in campo, la capolista allungava sul 50-35 con una tripla di Amoroso, la squadra di Cagnazzo risaliva al meno 10, 54-44 al 24’. Roaseto non ci stava e allungava ancora di più 64-45 un eloquente più 19 firmato da un canestro pesante di Mei al 29. Il terzo quarto si chiudeva sul 64-50.

Nell’ultimo periodo in pratica non c’era più storia, la Liofilchem teneva a debita distanza la Sutor e questo gli bastava per portare a casa la partita con il risultato finale di 83-66, vittoria che vale per gli abruzzesi la prima posizione in classifica nella stagione regolare. La Sutor, vista anche la concomitante sconfitta di Giulia Basket Giulianova a Rieti con la Kienergia, riesce a chiudere al penultimo posto in classifica in virtù degli scontri diretti favorevoli con la compagine di Domizioli.

LE DICHIARAZIONI DI COACH CAGNAZZO

«Non abbiamo giocato una brutta partita  – ha detto il trainer veregrense – però Roseto ha dimostrato perché è primo in classifica. Abbiamo perso Korsunov dopo due minuti per una distorsione al ginocchio da valutare, la squadra ha cercato di rimanere attaccata al match, ma quando la Liofilchem ha dato una strappo importante, non è stato facile reagire. Siamo anche tornati ad un ritardo di dieci punti però, non siamo stati in grado di poter riportarci pienamente in partita. Ai playout ci toccherà Cesena, un avversario difficile, sono fiducioso anche se dovremo valutare bene le condizioni fisiche di Montanari e Korsunov per potercela eventualmente giocarcela alla pari».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti