facebook twitter rss

Riflessioni, laboratori e spazi espositivi sulla lettura che unisce

FERMO - Appuntamento per l’intera giornata di oggi alla Biblioteca Spezioli di Fermo
Print Friendly, PDF & Email

La lettura aiuta a crescere, crea relazioni familiari e sociali, abbatte ogni confine; leggere riduce e fa sparire le disuguaglianze. Il progetto di Nati per Leggere, che avvicina i più piccoli e le loro famiglie alla lettura come importante esperienza per lo sviluppo cognitivo del bambino e per lo sviluppo della capacità dei genitori di crescere con i loro figli, ha a Fermo un presidio storico, che sabato 14 maggio propone in Città un ricco appuntamento nell’ambito dei Meeting Nati per Leggere Marche. L’intera giornata diventa così l’occasione per un importante convegno sulla lettura come strumento di crescita e di superamento di barriere culturali e cognitive. Una piccola grande azione che mira all’obiettivo 10 (ridurre le disuguaglianze) dell’agenda 2030 Onu.

Oggi, alla Biblioteca Civica “Romolo Spezioli” di Fermo, in occasione del Meeting Nati per Leggere Marche, questa mattina convegno “Letture Diverse. La Lettura che unisce – Nuove occasioni di fruibilità condivisa”.

«La lettura – ha dichiarato l’assessore alla cultura Micol Lanzidei – acquista un valore aggiunto, oltre che essere una risorsa per la crescita personale, emotiva e culturale del bambino: diviene strumento per attraversare e abbattere muri trasparenti, dietro ai quali ci sono nuove opportunità di inclusione, per chiunque. Ogni sessione declinerà il tema in maniera esauriente e stimolante per azioni e obiettivi futuri, come previsto dal ricco programma proposto».

«L’importanza e l’ampio raggio del tema ha permesso di coinvolgere diverse professionalità all’interno del Convegno – ha dichiarato la Direttrice della Biblioteca “R. Spezioli” Maria Chiara Leonori. Cuore dell’evento è il Meeting NpL, durante il quale interverranno i responsabili regionali del Progetto: i referenti del sistema Bibliotecario marchigiano e altre importanti figure di riferimento regionali – dall’Associazione Italiana Biblioteche, all’Associazione Culturale Pediatri, al Centro della Salute del Bambino di Trieste – introdurranno il pubblico alla ricchezza delle esperienze NpL a livello territoriale e regionale. Un particolarmente ringraziamento per l’impegno profuso va a Raffaella Ramini della Biblioteca Ragazzi e a Deborah Dorotei».

A seguire, ci sarà l’opportunità di sentire voci di esperti dell’area sanitaria, dell’editoria e di coloro che hanno sperimentato concretamente quanto le “Letture Diverse” contribuiscano all’inclusività e a una fruibilità condivisa.

Apriranno il Convegno, articolato sull’intera giornata, il sindaco Paolo Calcinaro, l’assessore alla Cultura Micol Lanzidei e la dottoressa Daniela Tisi, Dirigente del Settore Beni e attività culturali della Regione Marche; a seguire si entrerà nel vivo delle varie sessioni, contemporaneamente alle quali si svolgeranno presso la Biblioteca Ragazzi, durante tutto l’arco della giornata, le letture Nati per Leggere (0-6) a cura dai volontari Npl del Presidio Provinciale di Fermo e le letture animate con laboratori esperienziali a cura della Biblioteca Ragazzi.

Le letture Npl, rivolte ai bambini con i loro genitori, si terranno al mattino dalle ore 10 e durante il pomeriggio a partire dalle ore 15 (ingresso libero, si consiglia la prenotazione).
La partecipazione al Convegno è libera fino al raggiungimento dei 60 posti disponibili e non richiede prenotazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti