facebook twitter rss

Amazon, riunione congiunta delle commissioni. Putzu: «Garantire il potenziamento dell’Interporto»

L'INCONTRO presso l’Aula consiliare di Palazzo Leopardi. Hanno partecipato il Presidente di Interporto Marche Spa, Massimo Stronati, e il Consiglio d’amministrazione della Svem. Attivati nuovi contatti con Scannell e con gli altri soggetti interessati
Print Friendly, PDF & Email

 

L’insediamento logistico di Amazon argomento centrale nel corso di una riunione congiunta delle Commissioni Sviluppo economico (presidente Andrea Putzu) e Governo del territorio (presidente Andrea Antonini). Ospitata presso l’Aula consiliare di Palazzo Leopardi ha registrato la partecipazione dei consigli d’amministrazione di Interporto Marche Spa (presente il Presidente Massimo Stronati), della Svem (con il Presidente Andrea Santori e i consiglieri Monica Mancini Cilla e Tablino Campanelli) e dell’assessore regionale al Bilancio, Guido Castelli.

«L’esigenza avvertita ed alla quale si è inteso dare una prima risposta – come hanno evidenziato i presidenti Putzu e Antonini – è quella di avere il maggior numero possibile di informazioni e di condividere le tappe di un percorso che fin ad oggi è stato particolarmente complesso».

«Ci siamo insediati da pochissimo tempo – ha sottolineato Massimo Stronati – e stiamo facendo un grande lavoro per riprendere i fili del discorso. Siamo convinti che possano essere attivati nuovi percorsi per recuperare la situazione. Abbiamo già avuto contatti con Scannell e con tutti gli altri soggetti interessati».

Di recente il nuovo Cda di Interporto ha sollecitato il Comune di Jesi ad avviare la procedura urbanistica per ospitare il polo logistico. Il 4 maggio, attraverso una delibera di Giunta, l’ente locale ha approvato la necessaria variante. Si dovranno, comunque, attendere 50 giorni per le eventuali osservazioni.

«E’ importante procedere su Amazon – ha detto il presidente Putzu concludendo la riunione – garantendo e sviluppando il potenziamento di Interporto. Siamo disponibili a condividere tutte le azioni che vorranno essere messe in campo».

Da parte dei consiglieri del gruppo Pd la richiesta di acquisizione degli atti che hanno accompagnato l’intera vicenda e quella di rendere possibili nuove audizioni con i diretti interessati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti