facebook twitter rss

Cesena piazza il blitz, a Montegranaro la Sutor cede gara tre dei playout

SERIE B - I Tigers espugnano la Bombonera con il 67-92 della sirena, ma dalla parte dei calzaturieri vanno annoverate le pesanti e contemporanee assenze di Montanari, Korsunov e Botteghi. Gialloblù chiamati ora a vincere il quarto step dello spareggio salvezza, in programma domenica alle 19.00 ancora una volta sul parquet domestico, per rimandare la sorte della serie alla canonica "bella"
Print Friendly, PDF & Email

Re in azione contro Cesena nella partita in esame

MONTEGRANARO – La Sutor è stata sconfitta in gara 3 del playout dai Tigers Cesena per 67-92.

Senza Montanari, Korsunov e Botteghi, la compagine di Cagnazzo ci ha provato, Cesena stavolta è stata più brava è si è portata a casa la vittoria.

I gialloblù non sono riusciti a difendere come nelle prime due partite, hanno subito tante triple con Cesena che dall’arco ha tirato con il 50%. In più l’adeguamento a zona 2/3 è stato letto molto bene dagli avversari che hanno sempre trovato la via giusta per il canestro.

IL TABELLINO

SUTOR MONTEGRANARO 67: Masciarelli 26, Galipò 6, Montanari ne, Angellotti 6, Korsunov ne, Alberti 4, Re 5, Ambrogi, Verdecchia 3, Mariani 6, Crespi 11. All. Cagnazzo

TIGERS CESENA 92: Bugatti 9, Nwokoye 2, Giorgini, Anumba 15, Bertini, Mascherpa 19, Moretti 17, Gallizzi 9, Ndour 8, Arnaut 2, Brighi 11. All. Patrizio

ARBITRI: Berger e Marcelli di Roma

PARZIALI: 17-22, 38-48, 58-71

NOTE: Tl: Sutor 14/18, Cesena 11/16. Tiri da tre punti: Sutor 7/26, Cesena 11/22. Rimbalzi: Sutor 27, Cesena 31

LA CRONACA

Avvio di gara equilibrato 4-5 dopo 2’ di gioco. Poi Cesena riesce a prendere le misure e grazie a quattro punti consecutivi di Ndour opera il primo allungo, 4-12 dopo 4’30”. La Sutor si affida a Masciarelli che prova a tamponare il momento negativo, 9-17 dopo 6’30”. La Sutor grazie a Masciarelli risale sul 14-19 al 9’. Mascherpa e Gallizzi vanno ancora a canestro e il primo periodo si chiude sul 17-22. I Tigers mettono in difficoltà la Sutor con la difesa a zona 2/3 e inseriscono in avvio di secondo periodo Brighi che nelle prime due gare aveva chiuso con zero punti. Stavolta non è così e due triple consecutive del 24 portano Cesena avanti sul 19-28. Arrivano anche i canestri di Anumba e Bugatti per i Tigers massimo vantaggio 19-32 al 22’. La Sutor prova a reagire, ma l’attacco è solo Masciarelli e Cesena ancora con un tiro pesante di Brighi scappa sul più 15, 24-39 al 15’. I calzaturieri tentano di arginare questo strappo e grazie a Masciarelli e Re risalgono nel punteggio 31-41. Nel finale si segna con regolarità da una parte e dall’altra e al riposo lungo il punteggio è di 38-48.

Alla ripresa del gioco arriva il quarto fallo di Anumba, la Sutor però non ne approfitta e la sua difesa a zona 2/3 non riesce a contenere gli attacchi di Cesena, 43-60 al 26’ con gli ospiti che capitalizzano al meglio gli errore dei padroni di casa. Il terzo quarto si chiude sul 58-71. Nell’ultimo periodo in pratica non c’è più partita, con Cesena che trova in Bugatti un ottimo terminale offensivo, la Sutor soffre in attacco e Cesena va avanti 59-80 al 36’. Romagnoli con il controllo del gioco, e alla fine vincono per 67-92. Gara 4 si giocherà domenica, a Montegranaro alle ore 19.00, con la Sutor che deve vincere per guadagnarsi la cosiddetta bella.

LE DICHIARAZIONI

Una sconfitta che brucia per il modo in cui è arrivata con la Sutor che non ha saputo interpretare al meglio la contesa. I veregrensi sono stati battuti in gara 3 dei playout da Cesena a domicilio e ora la serie vede i bianconeri avanti per 2-1. La compagine di Cagnazzo adesso ha bisogno di una vittoria se vuole portare gli avversari alla bella se invece perderà, sarà retrocessione in serie C Gold. Una difesa approssimativa e un attacco farraginoso, questa è stata la compagine gialloblù vista in campo molto diversa da quella ammirata nelle due sfide in trasferta. Non è facile giocare senza Korsunov, Botteghi, Montanari e Barbante, in sfide ravvicinate come queste, le poche rotazioni a disposizione si pagano. Ora però è arrivato il momento di serrare le fila, bisogna vincere domani altrimenti non arriverà la salvezza.

Coach Damiano Cagnazzo quanto è stata difficile per voi questa terza sfida?

«Non è stato facile e non sarà facile poter battere Cesena. Se noi pensiamo che aver vinto una partita in trasferta e aver giocato alla pari anche la seconda, allora stiamo sbagliando tutto. Non credo che sia una questione di scelte tattiche, ma bensì del fatto che nei primi cinque minuti di partita abbiamo subito 14 punti senza mai mettere il corpo contro i loro giocatori. Questo fatto ha dato fiducia ai Tigers e le loro percentuali si sono alzate parecchio visto che hanno tirato con il 60% dal campo. Molto merito va a loro, ma allo stesso tempo è stato anche demerito nostro perché se giochi così a livello difensivo significa poi, consegnarsi all’avversario».

Avete provato a rientrare quando eravate sotto nel punteggio, la difesa però non vi ha aiutato. Cosa cambiare per la quarta sfida?

«Provare a difendere meglio di quanto abbiamo fatto in gara 3. E’ vero che ci mancano tre giocatori, non dobbiamo pensare al fatto che non ci sono altrimenti, non riusciamo a fare quello che dobbiamo in mezzo al campo. Il motivo dominante in questa stagione è stato sempre lo stesso, ogni volta che commettiamo un errore, sistematicamente veniamo puniti. Proprio per questo motivo la squadra, in gara 4, dovrà difendere ancora più forte per poi permettere all’attacco di sviluppare una buona manovra».

In attacco non sarebbe il caso di cercare di più Crespi anche se il capitano sta soffrendo la fisicità dei loro lunghi?

«Lo stanno marcando in due e a volte anche in tre e lui cerca di sfruttare le occasioni che gli capitano. Dobbiamo essere più reattivi in difesa per poi coinvolgere tutti i giocatori compreso Crespi. Ora devo capire quanto voglia e quanta forza abbiamo per spendere a livello fisico una buona difesa».

Fare bene le due fasi e cercare di arrivare alla bella. Sarà questo il motivo dominante della sfida di domenica?

«Assolutamente sì. La cosa bella o brutta della post season è quella che se perdi di un punto o di 30 hai subito la possibilità di poterti rifare con un altra gara ravvicinata. Ora siamo 1-2 nella serie e credo che se ce lo avessero detto prima di iniziare questo playout, forse potevamo essere soddisfatti. Adesso dovremo avere in mente chiaro l’obiettivo di andarci a giocare gara cinque”.

Ingresso gratuito – La Sutor Basket Montegranaro per permettere a tutti i tifosi di salutare la squadra in quello che sarà l’ultimo impegno casalingo di questa stagione, regalerà ai propri sostenitori l’ingresso gratuito alla partita. Sarà anche un modo per sostenere al meglio la Sutor in vista di questa delicata gara 4. Arbitri – Questa la coppia designata per domenica: Denny Lillo di Brindisi e Cosimo Schena di Castellana Grotte (Bari). Gara 5 – L’eventuale bella tra Tigers Cesena e Sutor Montegranaro si giocherà mercoledì 25 maggio a Cesena, al Carisport , con palla a due fissata alle ore 20.30.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti