facebook twitter rss

“Insieme…direzione Futuro” all’Iss ‘Carlo Urbani’

PORTO SANT'ELPIDIO - «Tavola rotonda altamente formativa non solo per gli addetti ai lavori ma per quanti credono che la vera disabilità sia negli occhi di chi la guarda»
Print Friendly, PDF & Email


«L’Iiss “Carlo Urbani” è luogo di educazione, istruzione, promozione culturale, sociale e civile del territorio e di dialogo tra giovani e adulti. Proprio nell’ottica della valorizzazione delle reti collaborative, per favorire lo sviluppo delle competenze funzionali all’inserimento sociale degli alunni con disabilità, venerdì scorso nell’Aula Magna dell’Istituto è stata organizzata una tavola rotonda il cui titolo è già di per sé parlante: Insieme…direzione Futuro». E’ quanto fanno sapere dallo stesso istituto scolastico.


«Dinanzi ad un pubblico gremito di genitori, ragazzi, docenti e gente esterna alla scuola – continuano dal ‘Carlo Urbani’ – sono intervenuti in qualità di relatori Bruno Acciarri, neuropsichiatra e dirigente dell’Umee, Area Vasta 4; i rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Regionale, nelle persone di Paola Romagnoli, referente per l’Inclusione dell’Ufficio Scolastico Regionale (distaccamento di Macerata), e Roberto Vespasiani, provveditore agli studi dell’Usp di Macerata, Salvatore Monaco e Cinzia Mazzaferro e Chiara Vitali, tutti e tre referenti per l’inclusione del Polo “C. Urbani”; infine Massimo Catinari, genitore di Paolo, un meraviglioso ex alunno dell’Alberghiero di Porto Sant’Elpidio.

Dopo il saluto della dirigente scolastica, Laura D’Ignazi, che ha rotto il ghiaccio introducendo la finalità dell’incontro e sottolineando la complessità della tematica, tanti sono stati gli argomenti affrontati. I più importanti hanno riguardato «la necessità di una costante e fattiva collaborazione tra la scuola, l’Ufficio Scolastico e l’Umee, affinché si possa programmare l’attività didattica in tempi utili, tenendo conto delle reali necessità degli alunni con disabilità. Una programmazione che al “Carlo Urbani” vede impegnati docenti ed alunni in attività non solo prettamente didattico-disciplinari, ma anche laboratoriali: dalla cucina, alla musica, allo sport, alle attività pratiche di ogni tipo. Tutto questo con una finalità ben precisa: individuare delle competenze fattive per ciascun alunno, così da poter preparare loro una strada per il futuro».

«Un futuro arduo per questi ragazzi, come ha sottolineato con simpatia e carisma Catinari, perché la società in cui viviamo spesso è impreparata ad accoglierli nel dopo-scuola. A chiusura c’è stata l’intervista ad un alunno del quarto anno dell’Alberghiero di Sant’Elpidio a Mare che ha parlato sia della sua esperienza a scuola, sia del percorso di Pcto che ha brillantemente svolto presso un ristorante locale».
Alle 19,30 il pubblico in sala ed i relatori si sono trasferiti presso la sala-ristorante della scuola per gustare il Buffet realizzato dai docenti e dagli alunni che hanno partecipato alle attività laboratoriali nell’anno scolastico 2021/22.
Una tavola rotonda altamente formativa non solo per gli addetti ai lavori ma per quanti credono che la vera disabilità sia negli occhi di chi la guarda.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti