facebook twitter rss

La pizza napoletana contemporanea secondo Alberto Farina. Domenica il taglio del nastro

FERMO - Domenica 29 maggio, alle ore 18.30, a Lido di Fermo, Alberto Farina darà il via alla sua nuova pizzeria tra buffet di frittura, qualche pizza preparata ad hoc, birra alla spina e musica live . L’apertura ufficiale è fissata al primo giugno a partire dalle 19.30 e già da mercoledì 25 maggio sarà possibile prenotare
Print Friendly, PDF & Email

Alberto Farina, sempre con le mani in pasta, è pronto per iniziare una nuova avventura. Lo aveva promesso sui social e così è stato. Infatti, dopo le varie esperienze professionali nel settore della pizza, è pronto ad inaugurare la sua nuova attività “Pizzeria di Alberto Farina” in Via Machiavelli 76 a Lido di Fermo. Il taglio del nastro è previsto domenica 29 maggio alle ore 18.30 tra buffet di frittura, qualche pizza preparata ad hoc, birra alla spina e musica live per allietare il momento. «Sarà un’occasione di convivialità per ritrovare amici e clienti – spiega Alberto -. L’apertura ufficiale è fissata al primo giugno a partire dalle 19.30 e già da mercoledì 25 maggio sarà possibile prenotare». La scelta del locale non è casuale. Infatti è voluto tornare dove tutto ha avuto inizio: «Sono molto legato a questo luogo dal punto di vista sentimentale. L’ho vissuto ai tempi del Don Diego ed è stata la prima vera pizzeria che ho gestito».

Nel corso degli anni Alberto ha maturato il proprio stile e ormai è diventato un vero e proprio marchio di fabbrica. Questo ovviamente sarà alla base anche della nuova avventura: «La mia filosofia consiste nella ricerca maniacale delle materie prime di altissima qualità, così come nelle attrezzature utilizzate. Per esempio ho scelto un forno a legna artigianale napoletano fedele alla tradizione di quei luoghi. È costruito a mano ed è interamente refrattario. Pertanto c’è un’attenzione già al metodo di cottura. Inoltre seleziono le farine di prima qualità per preparare delle pizze più leggere e digeribili. L’obiettivo consiste nel proporre una consistenza nuvolosa all’impasto».

Ma quali tipologie di pizze possiamo degustare da Pizzeria di Alberto Farina? «Innanzitutto mi preme sottolineare che non faccio la pizza gourmet ma sperimento nuovi profumi e sapori. Il tipo di pizza è la napoletana contemporanea. Da un lato rispecchia la tradizione della pizza napoletana, dall’altro è più complessa dal punto di vista degli impasti. Infatti prevede l’utilizzo di lieviti inconsueti e processi fermentativi più elaborati. Di fatto è una pizza napoletana ma rivisitata in chiave moderna, secondo la mia visione e la mia formazione maturata negli anni». Burrata affumicata

Le farciture sono molteplici e, davvero, ce ne sono per tutti i palati, dai più tradizionali ai più sofisticati: «Abbiamo alcune pizze più particolari, altre sono rivisitazioni di cavalli di battaglia come, per esempio, la “Royal Albertò” (citazione del noto Royal Albert Hall, uno dei palcoscenici musicali più importanti). È una pizza a base di cicoria ripassata con aglio, peperoncino, guanciale e burrata affumicata. Poi ci saranno anche quelle più classiche ma preparate con prodotti selezionati. Una di queste è “Margherita variazione sul tema”, formata da differenti combinazioni di pomodori, mozzarelle e basilico. Infine abbiamo delle tipologie destinate ai curiosi che desiderano assaggiare abbinamenti apparentemente dissonanti». Oltre alle pizze, Alberto propone anche le fritture. Si va da quella del piceno formata da olive, cremini, patatine della nonna fatte in casa e verdurine in tempura, a quella campana. Quest’ultima certamente non è diffusa nelle nostre zone ed è una peculiarità della nuova pizzeria. I prodotti fritti sono: crocchè di patate, frittatina di pasta, e supplì di riso. Anche i pomodori per le pizze provengono da quella zona. «Per quanto riguarda i dolci, abbiamo instaurato una collaborazione con il Crystall di Porto San Giorgio. Dopodiché proponiamo un’ampia gamma di vini, dai rossi, ai bianchi, con grande spazio riservato alle bollicine. Invece la birra, sia alla spina che in bottiglia, arriva dal birrificio artigianale Birra del Borgo di Roma, con il quale c’è anche una stratta partnership». Alberto vanta anche di altre partnership, rispettivamente con: Pomodoro Solania, Il Mulino della Giovanna e Acqua Panna San Pellegrino. «C’è volontà di fare bene e partiamo con una bella squadra. Il locale è accogliente ed è per tutti. Il momento della pizza è anche un’occasione di convivialità e vogliamo far sentire a proprio agio tutti i nostri clienti. Siamo aperti a cena per tutta la stagione estiva dalle 19 alle 24».

(spazio promo-redazionale)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti