facebook twitter rss

Tre suicidi in divisa, Cerqua (Siap): «Urge il supporto psicologico per la prevenzione del disagio»

IL SEGRETARIO provinciale del sindacato di Polizia: «Il Siap continuerà la propria battaglia contro il gravissimo fenomeno dei suicidi degli uomini e donne in uniforme: oltre a fare il nostro dovere, certamente non possiamo essere annoverati tra coloro i quali un giorno possono essere chiamati in causa sul piano delle responsabilità morali»
Print Friendly, PDF & Email

Amedeo Cerqua

Tre uomini appartenenti alle forze dell’ordine che si tolgono la vita nell’arco di pochi giorni. Il primo, un giovane poliziotto, ad Ancona. Gli altri due, un poliziotto e, da ultimo, un carabiniere, oggi, a Fermo. Tre tragedie che hanno scosso la nostra provincia e il mondo delle forze dell’ordine.

«Siamo dinanzi a una situazione sempre più preoccupante, anche nelle Marche» il punto del segretario provinciale del sindacato di Polizia Siap, Amedeo Cerqua che rimarca quanto già ribadito più volte dalla segreteria nazionale «sul drammatico fenomeno suicidario delle forze dell’ordine e la necessità della modifica dell’impianto normativo con l’inserimento dell’art.48 bis all’interno del DPR 782/85 che preveda un concreto cambiamento con l’introduzione di un apparato di “supporto psicologico” per il personale della Polizia di Stato».

«Sono passati più di due anni dalla presentazione al Tavolo di confronto tra l’Amministrazione della Polizia di Stato e il Sindacato, per la prevenzione e la gestione del disagio” della concordata bozza del testo di un articolo che, una volta introdotto prevedrà, finalmente, la possibilità di sostenere il personale che necessita di supporto psicologico, senza dover uscire dal circuito. Processo innovativo congelato dall’amministrazione per mancanza di fondi per i costi di gestione e che vede privare gli appartenenti della Polizia di uno strumento per intervenire e prevenire i fenomeni suicidiari.
Il momento è molto delicato ed il risalto mediatico nella circostanza rischia di alimentare fenomeni emulativi anche nelle altre forze dell’ordine. La segreteria e tutti i colleghi si stringono solidali attorno ai familiari dei poliziotti morti  della Polizia di Stato. Il Siap – conclude Cerqua – continuerà la propria battaglia contro il gravissimo fenomeno dei suicidi degli uomini e donne in uniforme: oltre a fare il nostro dovere, certamente non possiamo essere annoverati tra coloro i quali un giorno possono essere chiamati in causa sul piano delle responsabilità morali».

Ancora una tragedia a Fermo: carabiniere si toglie la vita con un colpo di pistola

Tragedia a Fermo: poliziotto si toglie la vita con un colpo di pistola

Tragedia alla Questura di Ancona: agente di 24 anni si spara un colpo di pistola


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti