facebook twitter rss

La scuola va in scena con gli spettacoli di musica e teatro degli alunni della primaria di Grottazzolina

GROTTAZZOLINA - Gli alunni del plesso “Armando Diaz” hanno dato vita a momenti di spettacolo che si sono posti quale conclusione dei progetti “Band@scuola”
Print Friendly, PDF & Email

Gli alunni del plesso della Scuola Primaria “Armando Diaz” di Grottazzolina hanno dato vita a momenti di spettacolo che si sono posti quale conclusione dei progetti “Band@scuola”, nato dalla collaborazione della scuola stessa con il Corpo Bandistico “Francesco Graziani” di Grottazzolina ed “Il Teatro ed io”.  Le attività hanno ricevuto il supporto dell’Amministrazione Comunale di Grottazzolina che ha finanziato il progetto musicale e messo a disposizione spazi e service professionali per gli eventi finali e le attività di prova.

Gli spettacoli, svolti di fronte ad una considerevole cornice di pubblico composto da genitori, familiari e non solo, hanno avuto luogo nei giorni di mercoledì 1 e venerdì 3 giugno scorsi, all’interno degli ampi locali del “John Lennon” di Grottazzolina. Presenti all’iniziativa il sindaco Alberto Antognozzi, il vicesindaco e Assessore alla Scuola professor Giorgio Litantrace e la Vicepreside dell’Isc di Montegiorgio Ketty Perini.

A questi, gli alunni sono giunti dopo aver ultimato specifici percorsi formativi ben curati: quello musicale dalla docente di musica in vari corsi nel territorio, nonché sassofonista, Letizia Illuminati; quello sul teatro dall’artista, nonché direttore di festival e progetti teatrali, Manu Latini.

Entrambi i progetti hanno avuto quale finalità essenziale il rendere ogni alunno libero di esprimersi utilizzando vari tipi di linguaggio, ponendosi anche come superamento delle costrizioni legate al periodo che stiamo vivendo. «Complimenti ai bambini per l’impegno, la gioia e la qualità con la quale hanno partecipato insieme a questi progetti di competenza immergendosi insieme nel magico mondo della creatività musicale e teatrale» ha detto il sindaco Antognozzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti