facebook twitter rss

Villa Verde ancora più hi-tech grazie al Lions club: donato lo strumento per l’aspirazione fumi in sala operatoria

FERMO - Lo strumento, utile per l'aspirazione dei fumi in sala operatoria, è stato regalato dal Lions Club della Valdaso ed è stato consegnato nelle mani dell'amministratore delegato della casa di cura fermana, Antonio Romani, questa mattina
Print Friendly, PDF & Email

 

da sin. Antonio Romani, Gianluigi Pepa, Giuseppe Capretti, Roberto Galanti, Ermanno Lattanzi e Carla Zotti

di Matteo Malaspina

La clinica privata ”Villa Verde” di Fermo rafforza la propria strumentazione tecnologica grazie alla donazione di un dispositivo di evacuazione dei fumi chirurgici. Lo strumento, utile per l’aspirazione dei fumi in sala operatoria, è stato regalato dal Lions Club della Valdaso ed è stato consegnato nelle mani dell’amministratore delegato della casa di cura fermana, Antonio Romani, questa mattina.

«Villa Verde è una struttura che rappresenta l’eccellenza e fa onore al territorio fermano. Con Romani ci conosciamo da tempo visto che è stato un ottimo presidente del Lions Club di Ascoli. – motiva la scelta il presidente dei Lions, Giuseppe Capretti -. Un nostro socio è stato agente di questo apparecchio e, avendo smesso l’attività, abbiamo pensato di donarlo a questa clinica. Non sarà ne la prima ne l’ultima donazione che faremo alle aziende sanitarie. Già alla Rsa di Petritoli abbiamo fornito diverso materiale medico sanitario».

Ad applaudire il gesto anche il socio onorario del club della Valdaso, il console della Repubblica della Moldova per la circoscrizione Marche/Abruzzo, Roberto Galanti: «Gesti come questi dovrebbero essere un’esempio per tutti. Dico sempre che la speranza è che non serva ma, all’occorrenza, è uno strumento importante».

Presente anche l’avvocato Gianluigi Pepa e l’ingegnere nucleare Ermanno Lattanzi che commenta: «Sono favorevole all’innovazione e alla tecnologia se serve a fare del bene alla gente e questo apparecchio porta un grande beneficio».

Ad entrare nello specifico dell’apparecchio e di come verrà usato ci ha pensato la dottoressa Carla Zotti di I.M. Medical di Bologna: «Nelle operazioni fatte con l’elettrobisturi si creano fumi che contengono sostanze molto pericolose che vengono diffuse nell’ambiente della sala operatoria. Questo strumento ha un sistema di filtraggio che elimina i fumi e i patogeni nell’aria fino al 100% così che sia il paziente che gli operatori sanitari non corrano rischi».

La strumentazione sarà subito operativa e verrà utilizzata nelle tre sale operatorie della clinica ”Villa Verde”, essendo un oggetto portatile e utilizzabile solo nella fase di incisione di un’operazione chirurgica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti