facebook twitter rss

Sorpreso a rubare in un’auto sferra calci e pugni contro gli agenti: arrestato (Ascolta la notizia)

PORTO SANT'ELPIDIO - Il giovane di circa trentanni, già noto alle Forze di polizia per numerosi reati in materia di stupefacenti e di soggiorno illegale nel territorio dello stato, è stato tratto in arresto e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria la quale lo ha condannato ad un anno e nove mesi di carcere con sospensione condizionale della pena
Print Friendly, PDF & Email

 

Attimi di paura allo scadere della mezzanotte di qualche giorno fa, quando la volante della Questura di Fermo è intervenuta in via Umberto I a Porto Sant’Elpidio, dove un reiterato tentativo di furto si è trasformato in una aggressione ai due operatori della pattuglia.

Ascolta la notizia:

«Tutto ha inizio con la segnalazione fatta da una residente elpidiense al 112 la quale riferiva all’agente della sala operativa, di aver udito un forte rumore di vetri rotti proveniente dal vialetto d’ingresso del suo condominio e di aver avuto l’impressione che, successivamente, qualcuno si fosse introdotto all’interno del palazzo – la ricostruzione dei fatti da parte della Polizia di Stato -. Gli operatori della Polizia di Stato, subito intervenuti, hanno effettivamente verificato la presenza di una vetrata di un portone di ingresso di una delle abitazioni singole insistenti nel vialetto infranta, e notato, poco distante, un uomo, con un evidente taglio all’avambraccio sinistro, intento a rovistare all’interno di una autovettura ivi parcheggiata. I poliziotti hanno subito intimato all’uomo di uscire dall’auto ma quest’ultimo, per tutta risposta, iniziava a lanciare alcuni degli oggetti che si trovavano all’interno dell’autovettura per poi, una volta uscito dal mezzo, scagliarsi contro gli agenti sferrando loro calci e pugni ed ingaggiando una colluttazione».

«Grazie alla violenza messa in atto, aggravata certamente dalla precedente ingestione di sostanze stupefacenti, il giovane assalitore di circa trentanni, cercava la fuga in un vialetto attiguo ma, giungendo ad un vicolo cieco, proseguiva nuovamente nel suo comportamento aggressivo nei confronti dei poliziotti fino a quando, nel maldestro tentativo di scavalcare un cancello chiuso, cadeva a terra procurandosi lesioni al volto».

Alla fine con l’aiuto dell’Ispettore Alessandro Coriani, anch’egli aggredito una volta giunto in ausilio ai colleghi sul luogo teatro dell’occorso, il soggetto è stato immobilizzato ed accompagnato in Questura mentre, i due poliziotti, hanno dovuto ricorrere alle cure mediche per le lesioni riportate che, solo grazie alla loro prontezza di riflessi, elevata professionalità e capacità operativa, sono state relativamente lievi.

Il giovane, già noto alle Forze di polizia per numerosi reati in materia di stupefacenti e di soggiorno illegale nel territorio dello stato, dopo il fotosegnalamento è stato tratto in arresto e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria la quale, nella mattina successiva, ne ha convalidato l’arresto condannandolo ad un anno e nove mesi di carcere con sospensione condizionale della pena.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti