facebook twitter rss

Amat, dopo 15 anni Fermo torna nel cda con l’assessore Lanzidei

FERMO - L'assessore: «Dopo 15 anni Fermo torna nel cda dell'Amat e sono molto felice della scelta caduta sulla mia persona, che cercherò di onorare dando il massimo impegno»
Print Friendly, PDF & Email


La città di Fermo torna a sedere dopo 15 anni nel Consiglio di Amministrazione dell’Amat, l’associazione marchigiana attività teatrali. L’altro ieri il Comitato Direttivo, riunitosi per rinnovare le cariche statutarie, ha eletto all’unanimità nuovo presidente dell’Ente Piero Celani. Nel Cda anche l’assessore alla Cultura del Comune di Fermo Micol Lanzidei, cui sono giunte le congratulazioni del sindaco Paolo Calcinaro che ha sottolineato come «l’assessore saprà dare il giusto e competente contributo all’interno del Cda».

L’assessore fermana alla cultura Lanzidei a margine dell’elezione ha commentato: «Dopo 15 anni Fermo torna nel cda dell’Amat e sono molto felice della scelta caduta sulla mia persona, che cercherò di onorare dando il massimo impegno, come del resto avviene nel lavoro quotidiano in assessorato. Un lavoro portato avanti comunque nell’ambito dell’Assemblea dei rappresentati degli Enti soci già da alcuni anni dallo stesso sindaco, da Francesco Trasatti, attuale presidente del Consiglio Comunale di Fermo, e dal consigliere comunale Giulio Pascali che ringrazio. Ora il ritorno di Fermo nel Consiglio di Amministrazione. Sappiamo quanto il teatro rappresenti per la nostra regione, quanta qualità e quanta produzione c’è ogni anno sui nostri palcoscenici che riprendono a vivere dopo il periodo pandemico. Il lavoro è sempre orientato verso proposte che sappiano soddisfare il pubblico, regalare cultura ed emozioni».

Oltre all’assessore fermano Lanzidei, il Comitato Direttivo ha eletto, ugualmente all’unanimità, alla vicepresidenza Gino Troli, Antonio Bianchini (Comune di Pesaro) e Giorgio Buccarini (Comune di Urbino) sempre componenti del Consiglio di Amministrazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti