facebook twitter rss

Cavalcata dell’Assunta: svelato il drappo dipinto da Ermanna Secaccini, da domani le sfide tra contrade

FERMO - Commozione ed emozione per la pittrice: «Un onore per me avere l’occasione di dipingere la mia interpretazione della Vergine Maria». Domani è già tempo del Gallo D'Oro: alle 21.30 in piazza del Popolo la competizione tra i tamburini
Print Friendly, PDF & Email

Il Girfalco si è trasformato in un borgo medievale per accogliere il drappo 2022: ieri sera il Palio dipinto dall’artista Ermanna Secaccini, scortato a Fermo dalla delegazione di Monterubbiano, è stato svelato.

Commossa ed emozionata si è detta la pittrice: «Un onore per me avere l’occasione di dipingere la mia interpretazione della Vergine Maria: in questo Palio, un ringraziamento alla città che mi ha adottato da anni, ho dipinto la mia Madonna, che arriva dalle mie emozioni più profonde, da mia nonna che me l’ha fatta conoscere e mi ha insegnato a rivolgermi a lei quasi come una figura terrena e molto vicina».

Al Vice Presidente Andrea Monteriù il compito di descrivere l’opera: «Siamo affascinati dalla magia e dalla magnificenza di un palio che non si può non amare. La sua bellezza riempie occhi e cuore: un’opera evocativa, forte e delicata allo stesso tempo, in cui divino e terreno si incontrano e dialogano. La Madonna ha il volto di una giovane donna dallo sguardo fresco e speranzoso: chi osserva è invitato a rivolgere lo sguardo verso una direzione superiore, in cui le preghiere possono trovare accoglimento. L’aureola ha le forme e i colori del rosone della nostra cattedrale, i capelli della Vergine sciolti diventano la criniera dei cavalli, a ricordare il legame tra la Cavalcata dell’Assunta e i suoi protagonisti. Il potere temporale e la forza di Fermo sono rappresentati dallo scorcio del Palazzo dei Priori».

Ad accogliere il drappo i canti della corale della Cavalcata dell’Assunta, diretta dal M° Maria Pauri, e la benedizione di Don Michele Rogante, rettore della Cattedrale e delegato della Curia al consiglio di Cernita, che ha rivolto una preghiera alla Vergine Maria invocando protezione e sostegno alle contrade, affinché custodire il Palio sia occasione di preghiera, nell’entusiasmo e nel rispetto reciproco.

L’arrivo del Palio è stato preceduto dalle esibizioni di giocolieri e mangiafuoco e dalle dimostrazioni dei combattimenti dell’epoca messi in scena dalla Compagnia dei Morlacchi. Il borgo è stato animato dalle contrade che hanno riprodotto gli antichi mestieri delle corporazioni.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

Domani è già tempo di sfida: in piazza del Popolo, alle 21.30, l’attesissima competizione tra i tamburini delle contrade. Saranno oltre 100 a sfidarsi a colpi di tamburo nella dodicesima edizione del Gallo D’Oro, mentre mercoledì 3 agosto toccherà agli sbandieratori, in piazza per il 1° Trofeo “Bandiere al Vento”. Domenica 7 agosto apertura della quattro giorni dedicata al gusto, con le Hostarie.

Il programma completo su cavalcatadellassunta.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti