facebook twitter rss

Canoa giovanile velocità: Francesco Lanciotti entra nella storia

SPORT - Il 19enne atleta di Marina di Altidona nell’arco di pochi mesi, con un exploit senza precedenti, ha messo a segno una serie di risultati che hanno proiettato lui e la Lega Navale di San Benedetto ai vertici nazionali e internazionali
Print Friendly, PDF & Email

Francesco Lanciotti

Sotto la guida del suo coach Mirko Fazzini, il 19enne atleta della Lega Navale di San Benedetto, Francesco Lanciotti, ha realizzato straordinari progressi tecnici e atletici negli ultimi anni diventando il canoista della Lega Navale più importante a livello nazionale.

Dalla scorsa primavera un accordo di collaborazione sportiva stipulato con le Fiamme Gialle di Sabaudia ha consentito al ragazzo di perfezionare la sua preparazione avvalendosi degli impianti e delle strutture dei Gruppi Sportivi della Guardia di Finanza, e di allenarsi con atleti di pari livello sotto la guida dei tecnici federali gli ex campioni olimpionici Antonio Scaduto e Andrea Facchin.

L’atleta di Marina di Altidona con una cavalcata trionfale, ha superato le selezioni nazionali guadagnandosi la maglia azzurra agli Europei Under 23 di Belgrado dello scorso giugno. Qui, dopo aver superato le batterie di qualificazioni, in finale soltanto venti centesimi di secondo gli hanno negato la gioia di un meritatissimo podio. Poi a luglio ha partecipato all’International Canoe Sprint di Auronzo di Cadore dove si è confrontato con i più forti atleti d’Europa piazzandosi al terzo posto assoluto nella specialità dei 500 metri.

Il capolavoro nel lago di Castel Gandolfo ai Campionati nazionali di categoria dove ha messo a segno un’impresa eccezionale laureandosi campione italiano sulla doppia distanza dei 1000 e dei 500 metri. Per la Lega Navale si tratta di un risultato storico che proietta la sezione di San Benedetto nel gotha nazionale delle società della canoa.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page



1 commento

  1. 1
    Emilio Luchetti il 11 Agosto 2022 alle 11:14

    D’accordo

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti