facebook twitter rss

Contesa del Secchio, è il grande giorno. Le contrade pronte a sfidarsi al Gioco del Pozzo

SANT'ELPIDIO A MARE - Oggi si partirà alle 16.30 con l'ammassamento delle contrade in piazza Matteotti per poi snodare tutto il corteo verso lo stadio Mandozzi per il Gioco del Pozzo. Terminato il gioco, il corteo tornerà nel centro storico dove si darà il via ai baccanali nelle contrade
Print Friendly, PDF & Email

(foto Alessio Beato)

di Matteo Malaspina

Mancano poche ore alla 70esima edizione della Contesa del Secchio di Sant’Elpidio a Mare. Un’edizione caratterizzata dal ritorno alla normalità dopo le due edizioni limitate dal Covid le quali però non hanno mai spento la passione e la voglia di socialità degli elpidiensi di partecipare alla manifestazione più antica delle Marche.

Torneranno alla normalità anche il numero di figuranti che sfileranno nel corteo storico, circa mille, e gli spettatori che riempiranno per un giorno Sant’Elpidio a Mare con numeri che si dovrebbero aggirare sulle 15 mila persone tra chi si limiterà a guardare solo la sfilata e chi andrà a riempire le tribune del campo sportivo Mandozzi per tifare i colori della propria contrada.

Difficile fare un pronostico sulla vittoria, con i gialli della Contrada Sant’Elpidio campioni in carica pronti a difendere il titolo dai verdi della San Martino, i rossi della San Giovanni e gli azzurri della Santa Maria.

Ieri sera si è aperto ufficialmente l’evento con la lettura del Bando da parte del podestà per l’Indizione della Contesa, seguita dal suono dell’Antica Campana della città. Le quattro contrade hanno poi sfilato fino in Piazza Matteotti per poi recarsi all’interno della Collegiata dove è stato proclamato e ha giurato il Capitano del Popolo, nella persona di Alessandro Bigioni.

Al termine della celebrazione è stato sorteggiato il Gonfaloniere di Giustizia, figura che ricoprirà il ruolo di arbitro per il Gioco del Pozzo di oggi.

Oggi si partirà alle 16.30 con l’ammassamento delle contrade in piazza Matteotti per poi snodare tutto il corteo verso lo stadio Mandozzi per il Gioco del Pozzo. «Ereditiamo dalle edizioni svolte durante la pandemia il percorso del corteo storico, che si snoderà su viale Roma, via Po e via Moro, per consentire agli spettatori di godere ancor meglio la vista dei costumi storici, che ricordiamo molti sono riprodotti fedelmente da dipinti di fama nazionale ed internazionale – dice la presidente dell’Ente Contesa, Alessandra Gramigna -. In particolare nel gruppo comunale della dama della Contesa ogni anno sono proposti dipinti di pittori del nostri territorio esposti nei più famosi musei al mondo».

Al campo Mandozzi si sfideranno le quattro contrade nel gioco del pozzo, una sorta di antesignano del basket. Chi vince conquisterà il Secchio, trofeo che negli ultimi due anni è finito nelle mani della contrada Sant’Elpidio. Difficile quest’anno fare un pronostico sulla vittoria, si diceva, con la San Martino, la San Giovanni e la Santa Maria pronte a dare battaglia fino all’ultimo minuto di gioco. Terminato il gioco, il corteo tornerà nel centro storico dove si darà il via ai baccanali nelle contrade.

«Ci riappropriamo della manifestazione nella sua interezza e sono certa sarà uno spettacolo meraviglioso curato nei dettagli e degno della storia che la Contesa rappresenta per la sua città e per le rievocazioni d’Italia a cui appartiene» conclude la presidente Gramigna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti