facebook twitter rss

Frattura la mandibola a un coetaneo con un pugno: giovane identificato e denunciato

PORTO SAN GIORGIO - I carabinieri della stazione di Porto San Giorgio hanno denunciato un ragazzo residente in città per il reato di lesioni personali. Il ragazzo a luglio ha colpito con un pugno un coetaneo mandandolo all'ospedale
Print Friendly, PDF & Email

Ha aggredito, a luglio, per futili motivi, un suo coetaneo colpendolo con un pugno al volto, sul lungomare di Porto San Giorgio, e lo ha mandato in ospedale. Giovane identificato dai carabinieri e denunciato.

I carabinieri della stazione di Porto San Giorgio hanno denunciato un ragazzo residente in città per il reato di lesioni personali.
Nella tarda serata di un giorno di metà luglio, i militari della stazione carabinieri sangiorgese sono stati chiamati a intervenire per la segnalazione di un’aggressione avvenuta sul lungomare Gramsci, nei pressi di uno chalet.

Sul posto, però, al loro arrivo, gli uomini dell’Arma non hanno trovato gli attori dell’aggressione, salvo poi accertare che la vittima di quell’aggressione, un giovane originario della provincia di Macerata, era stato soccorso presso l’ospedale di Fermo dopo aver ricevuto un pugno al volto da un suo coetaneo, nel frattempo resosi irreperibile. Il ragazzo portato all’ospedale aveva una frattura della mandibola per una prognosi iniziale di trenta giorni, per la quale era stato necessario anche un trasferimento all’ospedale “Torrette” di Ancona.

Dopo un lavoro certosino e paziente di ricostruzione dei fatti, anche mediante l’accurata analisi di alcuni filmati acquisiti su telecamere presenti in zona, e l’assunzione di alcune informazioni da testimoni della vicenda rintracciati nei giorni successivi, gli uomini dell’Arma sangiorgese hanno dato un volto ed un’identità all’autore di quella violenta aggressione. Per il ragazzo è scattata la denuncia in stato di libertà, alla procura della repubblica, per il reato di lesioni personali volontarie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti