facebook twitter rss

«Vesprini, rinnovaci il contributo per generi alimentari. Siamo sull’orlo del baratro»

PORTO SAN GIORGIO - Diversi pensionati e famiglie sangiorgesi in difficoltà economiche chiedono un contributo all'amministrazione: «Metteremo alcuni manifesti per far sentire la nostra voce a tutta la cittadinanza»
Print Friendly, PDF & Email


«Chiediamo se sia possibile, come ha fatto la precedente amministrazione, rinnovare il contributo per acquistare generi alimentari. Almeno si cercherà di alleviare le feste natalizie». E’ l’appello di alcuni pensionati, 35 famiglie per la precisione, in difficoltà e che oggi, con loro portavoce R.M. residente in città, bussano alle porte del sindaco Valerio Vesprini e dell’assessore Carlotta Lanciotti per chiedere una mano in vista delle festività natalizie.

«Lo scorso anno, il sindaco Loira è riuscito ad attivare il contributo rendendo meno pesante le feste diversi giorni prima di Natale. E’ arrivato, appunto, il contributo – questo il messaggio contenuto in una mail di martedì recapitata in Comune ai diretti interessati – così da regalare un sorriso alle famiglie. Soprattutto ai nostri bambini e nipotini. Conosciamo le difficolta di tutti i Comuni, immagini cosa proviamo a fare – l’appello accorato rivolto al primo cittadino – per arrivare a fine mese: abbiamo l’affitto, siamo anche a rischio distacco delle utenze. Oltre questo dovremo, purtroppo, dire no ai nostri figli e nipoti, per  le feste non possiamo “far venire Babbo Natale e la Befana”. Contiamo su un piccolo sforzo che auspichiamo il sindaco potrà fare per noi. Chiediamo scusa per questa richiesta, ma essere così vessati ci porta ad annullare noi tutti e siamo già con un piede sull’orlo del precipizio. Saremmo grati se il sindaco potrà fare qualcosa per noi».

E oggi quelle persone in difficoltà tornano a chiedere aiuto, sempre al primo cittadino: «Sindaco, siamo sempre noi, i pensionati sangiorgesi sull’orlo del baratro. Non abbiamo avuto ancora nessuna risposta. Però abbiamo visto che date alle famiglie, per far fare sport ai propri figli, contributi a partire da 600 euro. Capisco che Voi non riuscite a capire che noi pensionati 600 euro li vediamo con 2/3 mesi di pensione. Almeno la giunta Loira a ci ascoltava e ci ha elargito, a metà dello scorso mese di dicembre 2021, un bonus di circa 300 euro per acquistare beni alimentari, per permetterci di affrontare il Natale un pò sereni. Un contributo per le famiglie disagiate. Tutto questo lo ha fatto la giunta Loira. Voi ancora nulla, forse ci sarà un contributo per l’affitto, ma a marzo 2023, se tutto andrà bene. Sindaco, ci creda, moltissimi pensionati con pensioni basse hanno accolto quel contributo per lo sport dei figli come uno schiaffo quando noi non riusciamo ad arrivare a fine mese. Metteremo alcuni manifesti per far sentire la nostra voce a tutta la cittadinanza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti